Premio IQU 9, Realizzazione nuova biblioteca civica comunale

Progettazioni Architettura – Realizzazione nuova biblioteca civica comunale

Referente progetto: Massimiliano Furini

 

Scarica la scheda del progetto

 

L’area dello studio preliminare per la costruzione della Biblioteca Civica Comunale di Castelmassa (RO) è stata individuata nelle vicinanze degli edifici delle Scuole Primarie, dell’Istituto D’Arte, della Sala della Musica Comunale e della Scuola per la Prima Infanzia. Questa scelta tecnico-amministrativa è stata volutamente ricercata al fine di organizzare, nell’ambito del centro dell’abitato di Castelmassa, nelle vicinanze del maggior numero di utenze scolastiche preesistenti, la nuova struttura quale volume di cultura e di ricerca aggiuntivo già offerto dalle scuole. Un parcheggio di proprietà comunale, che si sviluppa nelle vicinanze degli edifici citati, frutto degli standard urbanistici obbligatori e sorto contestualmente alla realizzazione di lotti edificabili ad uso residenziale, effettivamente poco utilizzato e ad oggi mai ultimato, tanto da essere ancora costituito da materiale calcareo rullato, è stato individuato quale area sulla quale predisporre lo studio per la nuova realizzazione.

 

Dopo avere individuato le esigenze degli spazi, a seguito di incontri con l’Amministrazione ma soprattutto con chi oggi gestisce la Biblioteca esistente, si è potuto predisporre uno studio planimetrico “fatto su misura”.

 

Il piano terra è stato materialmente diviso in due spazi: uno aperto al pubblico, comprensivo di sala polifunzionale (riunione, video, gioco e studio per i piccoli, ecc.) e spazio internet, uno dedicato invece alla gestione dei volumi di archivio da fornire in prestito. Entrambi gli spazi sono supportati da servizi igienici e superfici tecnologiche.

 

Alla sinistra dell’ingresso trova spazio il primo punto di informazione che gestisce lo spazio pubblico. Una scala in ferro e legno, che impagina su due lati tale punto di lavoro, conduce ad un soppalco, posto sopra l’ingresso, dove sono collocati i pc per il servizio internet. Tale locale, completamente aperto verso la sala di lettura, è accessibile anche con un elevatore pneumatico, dotato di doppia apertura, in grado di raggiungere anche il deposito con catalogazione dei libri, andando ad abbattere le barriere architettoniche. Alla sinistra dell’ingresso trova spazio il punto di richiesta e distribuzione-prestito dei volumi, materialmente diviso da un bureau dal punto informazioni, con una prima dotazione di scaffalature nello spazio retrostante. Tutti gli altri volumi, per una capienza superiore alle 40.000 unità, si trova al piano superiore raggiungibile con una scala esclusiva o, come sopra descritto, dall’elevatore pneumatico con doppio servizio.

 

La sala di lettura offre sia la ricerca dei volumi attraverso cataloghi informatizzati, tavoli per la lettura con librerie, a scaffale aperto, con volumi di rapida consultazione. Un’ampia vetrata, che corre su tutto il prospetto Sud-Ovest, si affaccia su un giardino lontano dalle vie carrabili al fine di potere avere, nei periodi prettamente estivi, un ampliamento della “sala di lettura” all’aperto. Questa possibilità viene tecnicamente offerta anche alla saletta polivalente.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico