Premio IQU 9, Cotignola: Madel Head Office

Realizzazioni Architettura – Cotignola: Madel Head Office
Referente progetto: Davide Randi


Scarica la scheda del progetto

 

Lo stabilimento Madel, nota azienda di prodotti detergenti, è stato oggetto di un intervento di restyling della facciate e di riorganizzazione funzionale interna, con la realizzazione di un nuovo ingresso e di nuovi spazi per gli uffici e per il laboratorio.

 

Lo stabilimento Madel, sorge a Cotignola in un’anonima zona industriale della pianura romagnola. L’azienda richiedeva, oltre al restyling della facciata e alla riorganizzazione funzionale interna, un nuovo ingresso e nuovi spazi per gli uffici e per il laboratorio rappresentativi dell’azienda.

 

Il progetto ha affrontato la complessità volumetrica dell’edificio esistente con un intervento che, all’opposto, si caratterizza per semplicità e pulizia formale. Pochi segni distinti e rigore geometrico connotano il nuovo fabbricato che si inserisce a chiusura dell’angolo tra l’area produttiva e la stecca arretrata degli uffici esistenti.
Un solido gradino in cemento immerso nella ghiaia bianca invita ad entrare nella nuova bussola d’ingresso rivestita da pannelli in fibrocemento colore grigio. Dall’ampia reception, ricavata nel fabbricato esistente, si raggiunge il vano scala inserito nel corpo principale vetrato che accoglie l’ampliamento del laboratorio di chimica al piano terra e gli uffici ai piani superiori. Infine, un terzo volume, il blocco dei servizi rivestito da lastre in fibrocemento, interrompe l’unione tra il nuovo e il vecchio stabilimento.
Elemento distintivo del progetto è il trattamento della facciata traslucida del volume principale in vetro, caratterizzata da ritmate fasce trasparenti e serigrafate di colore rosso che richiama il marchio dell’azienda. Le serigrafie sono interrotte da fughe trasparenti a spessore variabile che alleggeriscono e accentuano l’orizzontalità della facciata donando all’insieme un particolare effetto cangiante e dinamico. La ricerca della leggerezza è perseguita ulteriormente in corrispondenza del vano scala dove la facciata risulta appesa attraverso l’uso di tiranti verticali in acciaio.

 

Grande cura ed attenzione è stata rivolta anche agli interni, dagli arredamenti all’illuminazione, caratterizzati da un’estetica minimalista e da una gamma cromatica rigorosa. Un colore aggiunto è rappresentato dal verde dei giardini verticali presenti nella reception e al piano primo dove un lungo e stretto lucernaio evidenzia il distacco tra il vecchio e il nuovo, consentendo un’illuminazione diffusa anche negli spazi più interni. Le pareti verdi svolgono anche la funzione di purificare l’aria, regolare l’umidità e la temperatura ambientale, mentre arredamenti rigorosamente bianchi e tramezzi vetrati assicurano luminosità e trasparenza agli ambienti di lavoro.
L’intera costruzione è realizzata con sistemi a secco e materiali altamente riciclabili, consentendo tempi di realizzazione rapidi. La facciata vetrata, orientata prevalentemente a nord-ovest, presenta vetri selettivi che filtrano i raggi solari, mentre le tamponature cieche realizzate con pannelli fenolici coibentati e rivestiti con sistema di parete ventilata provvedono al contenimento termico. La scala è realizzata in acciaio con gradini a vaschetta tamponati con vetro opalino e balaustre in vetro stratificato extra-chiaro.

 

All’obbiettivo del risparmio energetico contribuiscono anche l’impianto a ventilazione meccanica controllata, una centrale fotovoltaica da 1500 kWp, ed un impianto di building automation per la gestione e il controllo delle principali funzioni dell’edificio che ha permesso al fabbricato di raggiungere la certificazione in classa A.
Il fabbricato si anima durante le ore notturne con un ricercato effetto luminoso che mette ancor di più in evidenza la trama astratta delle linee orizzontali della facciata.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico