Premio IQU 8, PRU Novello realizzazione del primo stralcio

Realizzazioni Rigenerazione – PRU Novello realizzazione del primo stralcio
LAND Landscape Architecture Nature Development

 

Scarica la scheda progetto

 

L’intervento di trasformazione delle aree sopra Secante e lungo la ferrovia ha preso avvio con il Concorso Internazionale di Idee, che nel 2008 ha premiato il raggruppamento di progettisti composti dal capogruppo arch. Simona Gabrielli – studioGAP, l’arch. Andreas Kipar dello studio LAND S.r.l. per la componente degli spazi aperti e del verde, lo studio Camerana & Partners, l’arch. Bruno Gabrielli e l’arch. Piero Cozzani. L‘idea dell‘Amministrazione di Cesena è stata, attraverso il Concorso di Idee di cogliere, anche in relazione alle quantità di aree rese disponibili dall‘intervento di interramento della nuova Secante, un‘occasione irripetibile per aprire una riflessione ampia sulla città, e sui suoi spazi pubblici e privati, in termini fisici e sociali, per reinnescare quel percorso di sperimentazione sul progetto della città che ha da sempre caratterizzano le azioni di Cesena. Il progetto dello spazio aperto prende avvio da una visione ampia di inserimento nel territorio cesenate, proponendo la costruzione di un Ring di paesaggi, anello connettivo di contesti urbani e ambientali differenti, all’interno del quale muoversi e svolgere attività. Il Parco Novello costituisce un tassello di questo ring, andandone a interpretarne i caratteri attraverso cambi di quota del terreno che costituiscano sistemi di mitigazione visiva, specchi d’acqua e vegetazione fluviale, percorsi che disegnano il parco e presenza di vegetazione autoctona.

 

L’intento è quello di inserirsi in modo spontanea nel territorio, andando a costituirne un paesaggio domestico ma allo stesso tempo innovativo, pensato per le nuove residenze e i nuovi servizi. Inoltre la continuità del sistema del verde garantisce la continuità dei corridoi ecologici e la relazione con il fiume Savio all’estremità est della città. A innervare questo nuovo quartiere verde sarà un articolato intreccio di percorsi di diversa natura. L’argine che ospiterà un percorso pedonale sopraelevato che corre parallelamente alla ferrovia, e rappresenta la via più rapida per collegare la città alla stazione ferroviaria. La banda attiva costituisce invece una rete di percorsi ciclopedonali a velocità più rallentata, lungo la quale sono stati organizzati diversi spazi per il tempo libero. I giardini costituiscono una rete di sequenze generate dalla banda attiva, che vanno ad inserirsi nella continuità della “nuova centuriatio” proposta dall’intervento architettonico. Si tratta dunque di un Parco che nasce dalla sovrapposizione di diversi livelli di lettura e uso, per i molteplici potenziali fruitori di questo spazio. Valore aggiunto al progetto è l’ipotesi di una strategia di sviluppo a più fasi per la realizzazione di questa nuova parte di città, riuscendo nel tempo di attesa tra i vari step realizzativi, a trasformare uno spazio verde flessibile e strategico per la città, attraverso la logica del Preverdissement, che individua spazi liberi piantumabili e coinvolge i cittadini nel processo generativo del Parco. Alla fase concorsuale, terminata nella primavera de l2008, ha fatto seguito la costituzione della S. T. U. Novello S.p.a., con l’obiettivo di avviare il processo pianificatorio e progettuale propedeutico alla realizzazione degli interventi di trasformazione delle aree. È stato quindi avviato il processo per la redazione del Piano di Riqualificazione Urbana sviluppato dal medesimo gruppo di progettisti vincitori del Concorso Internazionale, al fine di garantire quella continuità per lo sviluppo del progetto originale.

 

Il primo intervento realizzativo ha riguardato una azione di Preverdissement, realizzata nella primavera del 2009, che ha visto la piantagione con alberi forestali e sviluppati di alcune aree a delimitazione dell’area del Novello, per la mitigazione degli insediamenti artigianali esistenti lungo il tracciato ferroviario. Sono stati realizzati alcuni interventi di modellazione del parco e messe a dimora alcune centinaia di specie forestali. Questo primo intervento, che ha coinvolto anche le scuole della città, ha rappresentato, come dalle previsioni del concorso, una prima anticipazione della componente vegetale del Parco che, in attesa degli interventi di trasformazione, consentisse lo sviluppo del verde. Il secondo intervento rientra invece nella previsione, antecedente il concorso di idee, di realizzare all’uscita nord della ferrovia un parcheggio temporaneo e un parcheggio definitivo a servizio del trasporto ferroviario, oltre alla realizzazione di un piccolo parco pubblico di circa 2 ha. L’area ricadente all’interno delle aree di concorso ha permesso nella sua definizione e realizzazione di costituirsi come intervento anticipatorio, sia per disporre da subito di uno spazio pubblico fruibile, sia per concretizzare le prime scelte progettuali caratterizzanti del nuovo parco. La realizzazione, terminata nella primavera 2010 rappresenta a tutt’oggi il primo tassello del parco Novello dove i percorsi, gli arredi e le formazioni vegetali anticipano le forme e le soluzioni del futuro Parco urbano.

 

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico