Premio IQU 8, Piano di intervento per la riqualificazione edilizia del centro storico di Virgoletta in Lunigiana

Progettazioni Architettura – Piano di intervento per la riqualificazione edilizia del centro storico di virgoletta nel comune di Villafranca in Lunigiana (MS)
Referente progetto: Architetto Enrico Cibei

 

Scarica la scheda progetto.

 

Piano di intervento di riqualificazione del borgo di Virgoletta attraverso microazioni di recupero del tessuto edilizio ad uso residenza pubblica e privata, emporio polifunzionale, spazi aggregativi per la comunità e recupero aree urbane.

 

Cenni storici
Virgoletta è un borgo situato nella media valle del fiume Magra, nel territorio del comune di Villafranca Lunigiana (Massa) nella parte più settentrionale della Toscana. Di
fondazione probabilmente alto medievale deve la sua nascita essenzialmente alla presenza di importanti percorsi di commercio e di transito attorno al promontorio acrocorico su cui sorge.

 

L’ edificazione e la crescita del borgo di Virgoletta sono sintetizzabili in sei fasi, identificabili con la nascita e la crescita planimetrica del borgo fra il XI e il XVIII secolo. Il tipo edilizio originario è la casa a schiera con due cellule in profondità e tre piani sopraterra. La presenza dei due versanti con pendenze piuttosto pronunciate e l’attività prevalente di trasporto dei prodotti tra Lunigiana ed Emilia ha prodotto la nascita di passaggi inclinati verso l’esterno del paese: i solchetti. Ciò ha anche condizionato l’evoluzione tipologica: le cellule di accrescimento si trovano infatti a quote più basse con la realizzazione di fronti esterni di cinque/sei piani.

 

Le strutture murarie (a sacco) sono costituite da pietre locali: calcare albarese e arenaria calcarea. I solai sono lignei con struttura a doppia orditura, le coperture sono a capanna, con linea di gronda parallela al fronte stradale e manto originariamente formato da lastre di ardesia, tipiche dell’edilizia lunigianese, chiamate piagne.

 

Politiche e strategie di valorizzazione già in atto
Il comune di Villafranca per il borgo di Virgoletta ha già attuato le seguenti progettualità:
– realizzazione di 2 parcheggi pubblici;
– realizzazione di parco giochi;
– messa in sicurezza del canale della Vigesola;
– restauro delle storiche Fontane.

 

Sono in fase di completamento gli iter per:
– recupero della piazza della Chiesa e il completamento di parte della pavimentazione di Via Calzolari;
– recupero di porzione del centro storico per la realizzazione di 7 unità residenziali.

 

1. Piazza Caduti
Si prevede il recupero degli immobili esistenti, attualmente in precario stato di conservazione, per la realizzazione di:
a. bar-alimentari, sulla base dell’esperienza degli Empori Multifunzionali presenti in altre aree della Lunigiana, per garantire i servizi essenziali alla popolazione residente e stagionale;
b. recupero dei locali fuori terra e del locale posto al di sotto del piano di calpestio della piazza per la realizzazione spazi di aggregazione;
c. riqualificazione degli spazi esterni mediante la realizzazione di arredo urbano che favorisca la fruizione dell’area;
d. realizzazione di punto informativo lungo il percorso della via Francigena e lungo gli itinerari storici individuati nel progetto;
e. installazione di un ascensore accessibile per consentire la fruizione degli spazi cosi ricavati anche a persone con ridotte capacità motorie.

 

2. Piazza S. Rita
Si prevede la riqualificazione urbana dell’area, attualmente in precario stato di conservazione attraverso:
a. rifacimento della pavimentazione dell’area in pietra al fine di meglio inserire lo spazio nel pregevole conteso storico in cui si colloca
b. allargamento dello spazio in fregio alla viabilità pubblica, via Calzolari, per garantire un adeguato spazio di manovra a mezzi di soccorso ed emergenza, ora insufficiente;
c. modifica dell’accesso alla piazza da via Calzolari con la realizzazione di una rampa per consentire l’accessibilità a persone con limitate capacità motorie e sensoriali
d. riqualificazione degli spazi esterni mediante la realizzazione di arredo urbano che favorisca la fruizione dell’area.

 

3. Progetto di recupero di porzione di brano di tessuto edilizio crollato a seguito dell’evento sismico del 1985, in collaborazione con “ERP Massa Carrara” per la
realizzazione di 7 unità residenziali.

 

Il progetto ripropone in chiave aggiornata la cultura costruttiva muraria, in continuità con l’esistente e per quanto possibile anche i volumi originariamente presenti e ricostruibili: questa volontà va integrata con la necessità di ottenere l’adeguamento funzionale, quello igienico-sanitario e di sicurezza al rischio sismico. Nel dettaglio il progetto prevede la ricostruzione di cinque piani con alternanza di appartamenti ubicati su due livelli ai due piani più bassi e ai due in alto e altri disposti su un unico livello al piano intermedio: gli accessi sono ricavati dai due solchetti esistenti ripristinati da cui si accede pertanto agli ingressi,della scala condominiale. Il prospetto che ne deriva risulta essere in perfetto dialogo con quello degli edifici limitrofi. Anche gli elementi di finitura, pietra a vista ai due piani più bassi ed intonaco per gli altri tre rispecchiano la realtà costruttiva dell’edificio: i piani bassi, caratterizzati da spessori murari maggiori, sono chiamati a sostenere i livelli più alti contraddistinti da murature più snelle e carichi minori.

 

Sono inoltre rispettate le vigenti indicazioni sul Contenimento dei Consumi Energetici” e un ascensore interno garantisce l’accessibilità anche ai diversamente abili.

 

Nell’immagine di apertura: progetto per Santa Rita.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico