Premio IQU 8, il Villaggio del sole e la città di Vicenza

Progettazioni Rigenerazione – il Villaggio del sole e la città di Vicenza
Referente progetto: Angela Cattaneo

 

Scarica la scheda progetto.

 

Su invito di un’associazione di abitanti nasce questo progetto che a partire dalla specificità del quartiere INA CASA – il Villaggio del Sole di Vicenza – e dei suoi 50 anni di vita indaga le possibilità di un rinnovamento a scala urbana.

 

Nel 2010 si sarebbero celebrati i 50 anni di vita del Villaggio del Sole, un quartiere INA CASA. La presenza sul territorio dell’Associazione Villaggio è stata interessante occasione per la presentazione di un progetto di idee da proporre alla città. Sorto nel 1960 su un’area di 110.000 mq. per accogliere circa 3000 abitanti, oggi il quartiere presenta una situazione notevolmente cambiata nella tipologia della sua popolazione, nei rapporti con la città, nell’offerta dei servizi. Rientra nel tema dei quartieri operai, edificati negli anni ’50 in Italia e in Europa per rispondere alla pressione dell’inurbamento, e che oggi sono grandi riserve all’interno delle città. Il loro recupero non dovrebbe restare un fatto locale, ma potrebbe essere l’espressione di un pensiero originale nella cultura urbanistica perché il problema è nuovo nella storia urbana, e comune a molte città.

 

Il Villaggio del Sole e la Chiesa di S. Carlo
Se ieri il Villaggio del Sole era un quartiere emarginato, fortemente criticato nella sua tipologia urbanistico-architettonica, oggi è una preesistenza riconoscibile nella periferia indifferenziata. Se ieri, nella sua autonomia, ha prodotto spirito identitario, oggi, nella fase delicata del cambiamento, questa eredità dà un valore prezioso alla sua forma ormai radicata nel paesaggio urbano.
Al centro del Villaggio sorge la Chiesa di San Carlo, esempio notevole di architettura sacra contemporanea. E’ stata il cuore del quartiere e continua ad esserlo. E’ ancora
sorgente di energia e testimonianza d’arte. Riuscirà a generare bellezza? C’è bisogno che lo spazio intorno diventi una piazza (…).Il quartiere ha soddisfatte le esigenze primarie (qualità degli alloggi, viabilità, verde): è tempo di esigenze estetiche.

 

Il Villaggio del Sole e la città
Guardando la città intera e il suo rapporto con la collina, è possibile proporre nuove simmetrie (…). Il Villaggio non è un luogo di passaggio ma un grande cul-de-sac e questi luoghi, per non diventare zone emarginate della città, devono essere ricchi per contenuti sociali e/o per qualità architettonica. Gli stranieri che stanno sostituendo i
vecchi abitanti possono portare arricchimento o degrado. La fisicità del luogo accompagna l’una o l’altra tendenza, ma può anche favorire l’una o l’altra. E’ preferibile – nell’interesse della vita del quartiere – pensare al suo recupero con l’ottica di riportarlo di fatto all’autonomia di un tempo, oppure aprirlo alla città? (…) La sua interessante tipologia e i suoi grandi spazi aperti suggeriscono di privilegiare una scelta di apertura.

 

Villaggio del Sole – quartiere Gardella – Monte Crocetta
Quali sono le potenzialità del luogo nella visione di un rinnovamento urbano che tenti di rompere l’antitesi centro-periferia? Questa è una questione di fondo per ogni progetto nelle periferie urbane, poiché fino a quando si privilegerà il centro si continueranno a vivere i disagi di questa antitesi. Se il centro si consolida intorno alla sua storia, dalla periferia vengono le nuove istanze. Sarebbe importante affrontare in modo unitario il recupero del Villaggio del Sole e del vicino quartiere progettato da Ignazio Gardella, nati nella stessa epoca con un disegno architettonico molto diverso e per entrambi ben definito (…).

 

Considerare sistema i due quartieri e il monte Crocetta significa avere una riserva urbana più grande per poter pensare in termini progettuali a una sua possibile positiva influenza sull’intera città.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico