Premio iqu 2016, Tecnologie di rilievo 3D a confronto

Sezione: Rigenerazione Progettazioni
Progettista: Michele Stabellini, Andrea Bertozzi, Giuseppe Capobianco

Scarica l’invito per partecipare alla premiazione del 10 giugno 2016

Questo progetto si è inteso come una sperimentazione di due metodi di rilevamento tridimensionale, entrambi potenzialmente utili per la rappresentazione grafica di facciate complesse e/o parti difficilmente rilevabili di edifici storici e non.

Luogo: Rimini, Piazza tre Martiri – Tempietto di S. Antonio da Padova
Scopo del lavoro: Fornire al progettista uno stato di fatto dei luoghi fedele per progettare un intervento di restauro, utilizzando diverse tecnologie di rilevamento a seconda di varie situazioni logistiche o di visuale senza che la scelta del metodo possa influenzare la precisione dei rilievi.

Descrizione del lavoro
Rilevamento fotogrammetrico per mezzo di fotocamera reflex montata su asta telescopica o APR e gestita via wi-fi. Contestuale rilevamento tramite laser scanner 3D. Restituzione di modello 3D per nuvole di punti e creazione di piante, prospetti, sezioni e ortofoto.

Estensione dei rilievi: L’area interessata ha compreso l’intera volumetria del tempietto.

Strumentazioni utilizzate: Fotocamera su asta telescopica a controllo remoto – Laser scanner 3D.

Metodologie utilizzate: Inquadramento su capisaldi e poligonazione dei target points – Rilevamento per fotogrammi digitali – Rilevamento laserscanner PD (1.000.000 p.ti/ sec) – Elaborazione della nuvola di punti – Restituzione per ortofoto.

Elaborati restituiti (Elaborati in formato digitale dwg/ pdf di cui): Modello tridimensionale dello stato di fatto dei luoghi – planimetria di dettaglio (2D/3D) – sezioni – prospetti del tempietto.

Scarica la scheda del progetto

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico