Premio IQU 2016, Riqualificazione centro storico comune di Paspardo

Sezione: Architettura Realizzazioni
Progettista: Arch. Martinazzoli Alessandro, Arch. Martinazzoli Guido

L’intervento affronta la riqualificazione del centro storico del Comune di Paspardo, un piccolo comune della Vallecamonica in provincia di Brescia. Sono stati eseguiti il rifacimento dei sottoservizi e del manto stradale.

Il tessuto urbano del centro storico di Paspardo è caratterizzato da una stratificazione di volumi edificati impreziositi da un complesso sistema di “vuoti” costituito da piazze, strade, vicoli che rappresentano un valore aggiunto per l’abitato e che, se riqualificati in maniera omogenea, possono valorizzare ulteriormente anche l’edificato circostante. Consapevoli di ciò, gli amministratori hanno promosso interventi volti a tutelare e a valorizzare il patrimonio storico-architettonico del paese e attenti a riportare le vie e gli spazi aperti alla condizione funzionale e qualitativa che li aveva caratterizzati nel passato.

Il progetto di riqualificazione di Piazza Umberto I e di parte della via che la collega con via Codrobbio si colloca in quest’ottica ed è stato steso in coerenza con quanto già realizzato nella parte nord del centro storico del paese.

Pertanto, come si è già effettuato in via Recaldini, in via Fontana e in via Martinazzoli, in quest’area si prevede di attuare il rifacimento dei sottoservizi con lavori specifici riguardanti la  separazione delle acque chiare dalle scure, il rifacimento dell’acquedotto e la predisposizione delle canalizzazioni elettriche separate al fine di consentire un successivo interramento delle linee aeree.

La parte più evidente dell’intervento  di riqualificazione, però, consisterà nel rifacimento completo del manto stradale di piazza Umberto I e di parte della via che porta in via Codrobbio con materiali tradizionali quali granito,  porfido e acciottolato.

Più dettagliatamente:

–   I percorsi pedonali saranno valorizzati  con  acciottolato sulle fasce laterali della strada e da lastre in granito nella fascia centrale, per garantire un agevole percorso pedonale. La posa in centro delle lastre piane di granito bocciardato è dettata dall’esigua larghezza della sede stradale, fattore che non consente la realizzazione di percorsi laterali di ragionevole ampiezza; l’ utilizzo dell’acciottolato su due fianchi è invece rispondente ad un più agevole posizionamento  dei chiusini e ad una migliore sagomatura del contorno frastagliato degli edifici.

–  La Piazza Umberto I vedrà predominante la pavimentazione in lastre di granito, ma sarà impreziosita da alcuni decori di porfido viola della Vallecamonica che, convergendo sulla fontana,  concentreranno la vista del visitatore sulla preesistenza storica.

La fontana, conseguentemente, verrà nobilitata con lastre in acciaio corten; alle sue spalle una scritta esplicativa motiverà l’intitolazione della piazza.

Due totem evidenzieranno alcuni caratteri architettonici di pregio presenti negli edifici circostanti quali ad esempio:  la colonna storica di un’abitazione privata, le travature in legno e graticci di rami miscelati con l’intonaco all’esterno.

Scarica tutta la scheda del progetto

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico