Premio IQU 2011. Recupero dell’ex-mercato coperto di Gallipoli

Sezione eopere realizzate. Recupero dell’ex-mercato coperto di Gallipoli – COdESIGN + Rosa

 

Il Mercato è collocato all’ingresso del centro storico di Gallipoli, un’isola alta e rocciosa, cinta da mura e collegata alla terraferma da un lungo ponte seicentesco. L’edificio fu costruito alla fine dell’ottocento, in aderenza all’antico Castello, nel fossato che un tempo divideva la fortezza dalla città. Il piano superiore di recente era stato adibito a vendita di piccolo artigianato, con l’insediamento di attività più o meno spontanee, l’interrato, sin dalla sua costruzione era invece occupato da magazzini in uso per lo più ai pescatori, la Piazza principale sulla quale il Mercato affaccia era, da un lato occupata disordinatamente dai tavolini dei bar, dall’altro oggetto di parcheggio selvaggio.

 

Il progetto è rivolto sia ai cittadini di Gallipoli, sia ai turisti che numerosissimi accorrono, soprattutto nella stagione estiva. L’intenzione è stata quella di creare un nuovo spazio pubblico animato da attività di commercio (artigianato di qualità) ristorazione (degustazione di prodotti tipici) gestiti da privati, e spazi per eventi e mostre a gestione comunale, in modo da rendere più vivibile il centro storico ai residenti, attrarre turisti anche durante le altre stagioni dell’anno, dirottare il turismo verso una fruizione di qualità che oltre alle spiagge preveda anche la conoscenza dei centri storici, comunicandone non solo le bellezze artistiche, ma anche una cultura materiale che riguarda l’intero territorio.

 

L’obiettivo principale è stato quello di animare nuovamente un punto nevralgico della città ed offrire un segnale forte di riqualificazione dei monumenti storici dell’”isola”. La progettazione del Mercato ha conosciuto un lungo iter progettuale iniziato nel 1997 con l’assegnazione del primo premio in un Concorso di idee promosso dalla Città di Gallipoli. Alla formulazione di tale progetto preliminare é seguita subito una prima progettazione esecutiva effettuata nell’ambito del Premio Centocittà, finanziato dalla Compagnia Sanpaolo di Torino. Gallipoli, partecipante insieme ad altre piccole città italiane ottenne il secondo posto, non riuscendo dunque ad accedere ai finanziamenti previsti dal bando per la realizzazione dell’opera. Nel 2004 vennero effettuate delle modifiche, su suggerimento del Comune, sollecitato soprattutto dalla Soprintendenza ai Beni Architettonici e Paesaggistici, per la richiesta di nuovi finanziamenti, ottenuti grazie ad un’Intesa Istituzionale Governo Italiano e Regione Puglia. Prima dell’inizio dei lavori è stata poi effettuata un’ultima revisione del progetto per gli adeguamenti richiesti dai diversi ordini preposti alle autorizzazione (ASL VV.FF. Soprintendenza ai Beni Architettonici e Paesaggistici), con la messa a punto di un programma funzionale più preciso, organizzato secondo le richieste, più consapevoli, da parte del Comune.

 

Scheda del progetto

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico