Premio IQU 2011. Progetto PistART_L’arte parte da Pisticci

Sezione – Nuovi Utilizzi e Progettazioni – Progetto Riqualificazione Ex Ex-Mattatoio comunale di Pisticci (MT)

 

La città di Pisticci ha una storia propriamente sua che parte da molto lontano, figlia anch’essa della Magna Grecia, “foce storica” che accomuna gran parte delle città del Sud-Italia e che attraverso le trasformazioni nel corso del tempo, mantiene ancora oggi una forte identità territoriale. Il paesaggio che incornicia la città di Pisticci rappresenta l’elemento guida che costituisce il “concept” delle scelte progettuali .

 

Il “taglio”. Il taglio come segno delle continue fratture nel terreno. Il taglio come elemento separatore della memoria storica del centro abitato rispetto ad una nuova convivialità urbana dell’area in oggetto. Il taglio come elemento simbolico che ha caratterizzato l’intera attività di macello dell’Ex Mattatoio. Il taglio forma così l’elemento guida del disegno di una nuova realtà urbana urbana, custode di un antico polemos, da elemento di divisione diviene elemento di unione, descrivendo così nuovi percorsi che “aprono” verso paesaggi dimenticati da troppo tempo e che chiedono, squarciando i l terreno, di essere ascoltati .

 

Il progetto PISTart si muove all’interno di una griglia concettuale dove le direttrici entro cui mettere in movimento le polarità del luogo, sono identificate attraverso questi “tagli”. Da un lato infatti si scopre il “taglio di aggregazione” che unisce il centro abitato sia con la piazza di connessione sia con l’Ex Mattatoio, dall’altro il “taglio di connessione” che comincia ancora nel centro abitato e conduce nella nuova piazza di aggregazione e quindi all’ex Mattatoio, attraverso un pista ciclabile.

 

Gli spazi isolati tra loro, non comunicanti, abbandonati al degrado e all’incuria, riprendono un propria identità e allo stesso tempo un ruolo di forte impatto sociale per la città e i suoi fruitori, attraverso tagli che uniscono senza dividere.

 

Dal centro all’ex all’ex-Mattatoio, attraverso la realizzazione di un elemento architettonico panoramico quale la passerella che nasce nel centro abitato, passa per la nuova piazza di connessione e arriva al secondo livello del nuovo progetto per l’ex Mattatoio. Un elemento sospeso che “attraversa” il paesaggio senza contaminarlo, quasi a ricordare la natura morfologica della città Pisticci che per questo è ricordata con il nome di Balcone sullo Jonio.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico