Premio IQU 2011. Progetto NAPOLIS IN MOTO Il Movimento che genera

Sezione – Nuovi Utilizzi e Progettazioni – Progetto NAPOLIS IN MOTO Il Movimento che genera.

 

Scattare la fotografia di un luogo vuol dire coglierne un particolare aspetto in un preciso istante e restituire il “disegno di luce” di una scena immobile di quello spazio. Eppure cercare l’immobilità, seppur apparente, fermare anche solo per una frazione di secondo una città come Napoli , risulta assai complicato e innaturale.

 

Il progetto “’NAPOLIS in MOTO” comincia con una lettura del luogo della II Municipalità, ed in particolare con il tratto compreso tra l’attuale piazza Nolana e la piazza antistante la Stazione della Circumvesuviana lungo il Corso Garibaldi. La lettura del luogo suggerisce l’esistenza di uno spazio già fortemente caratterizzato dalla presenza di alcuni elementi di forte impatto urbano, che contribuiscono alla definizione di un’identità già apparentemente consolidata e storicamente conosciuta.

 

Il progetto infatti considera in primis quelle che si potrebbero definire “polarità” esistenti quali a nord la Piazza Garibaldi, nuovo polo della mobilità urbana, a est la stazione del la Circumvesuviana, completamento del servizio infrastrutturale cittadino. A sud-ovest la Piazza Mercato, storicamente conosciuta come “Foro Magno” nonché grande centro commerciale angioino e ad ovest, lungo il Corso Garibaldi, l’imponente preesistenza storica-architettonica di Porta Nolana, elemento che oggi conserva la sua naturale funzione di passaggio.

 

Da questo schema geometrico, già chiaramente prefigurato, prende ispirazione il progetto “‘NAPOLIS in MOTO”, che individua nel tracciato di Corso Garibaldi l’asse guida di un nuovo percorso urbano.

 

Esso infatti racconta inconsciamente quel dualismo da sempre appartenuto alla città di Napoli; lungo questa strada avviene il passaggio degli attori di un grande scenario architettonico, la gente, le persone, i treni, i bus, la auto, i tram; lungo questo asse si muovono raccontando i l vissuto quotidiano. Il marcato cittadino, le passeggiate multicolore degli studenti, l’ordinario via vai di turisti, delineano un suggestivo sfondo urbano in cui si consolida l’idea progettuale di operare attraverso una riqualificazione del sistema di micro-piazze atte a favorire tanto la vivibilità del quartiere, quanto la valorizzazione di un luogo già ricco di cultura, ma attualmente in stato di forte degrado.

 

Il progetto propone infatti la sistemazione urbana del lo spazio antistante la Circumvesuviana sul lato est di Corso Garibaldi, per poi indirizzare il cittadino verso uno spazio culturalmente propositivo del la Piazza Nolana.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico