Premio IQU 2011. Progetto Interramento ferrovia nelle aree centrali di Bari

Sezione – Nuovi Utilizzi e Progettazioni. Interramento ferrovia nelle aree centrali di Bari e interconnessione dei quartieri interessati

 

Il sito del progetto è tutta quell’area che si libera interrando la linea ferroviaria passante per la città di Bari e che definisce in modo chiaro il limite dell’addizione murattiana della città stessa.

 

Il motto scelto per il concorso è «Datemi “Bari” come sarebbe stata ai tempi di Ruskin – senza la ferrovia», ed è ripreso dal libro “La via per l’Oxiana” di Robert Byron, il quale scrive «datemi Venezia com’era ai tempi di Ruskin – senza la ferrovia». Questa citazione serve per porci una domanda a cui il progetto tenta di dare una risposta: è possibile oggi riavere quella Bari com’era prima della ferrovia? O pensarla come se questo fatto non fosse mai accaduto?

 

Il tema del concorso di Bari è un’opportunità tanto rara quanto interessante, perchè consente di valutare l’interesse culturale della città su due parametri. Il primo è la volontà sociale e collettiva di costruire nella città nuovi luoghi; il secondo parametro riguarda la consapevolezza collettiva dei principi generali su cui si basa la definizione morfologica di tali luoghi.

 

Bari è caratterizzata da tre aree ben distinte: la città vecchia con il castello, la città ottocentesca e la città a sud della ferrovia e del borgo murattiano. Queste aree sono ben distinte e tra di loro non si è mai stabilita la benchè minima relazione né architettonica, né di tracciati. Tant’è che in corrispondenza della ferrovia la città murattiana esaurisce la sua influenza sulla trama della città contemporanea o comunque della città di più recente costruzione.

 

Il sogno barese di veder scomparire il mare di ferro nella nostra area di progetto, consente di liberare un’area rettangolare di forma allungata. Il progetto proposto ha come obbiettivo principale quello di rendere leggibile la forma tecnica del vuoto che si viene a generare con l’interramento della ferrovia. Si vuol rendere chiara l’origine di questo spazio rettangolare e allungato, che è uno spazio così conformato per poter ospitare la linea ferroviaria e i vari scali: questa è la sua ragione di essere, il perché di uno spazio urbano con queste geometrie. Questo è il carattere di questa parte di città che il progetto non vuole in alcun modo rinnegare, ma fondarsi su di esso.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico