Premio IQU 2011. Nuovo asilo nido comunale di Torre de’ Passeri

Sezione opere realizzate. Nuovo asilo nido comunale di Torre de’ Passeri (Pescara) – Studio [ZE(D)A]+Architettura e consulenza bioclimatica

 

Il comune di Torre de Passeri è un piccolo centro di 3000 abitanti, situato nell’entroterra della provincia di Pescara ed è tra i comuni del cratere sismico
che ha colpito la regione Abruzzo il 6 aprile 2009. La localizzazione del nuovo edificio da adibire ad Asilo Nido, nasce da un’analisi funzionale e morfologica del territorio comunale che ha portato ad individuare un’area collocata all’interno del complesso scolastico denominato Istituto Comprensivo di Torre dei Passeri già di proprietà comunale, situato nel centro del paese. L’area di progetto è così caratterizzata dalla presenza di diversi edifici come la scuola materna e la scuola media che, realizzati nel corso degli anni, hanno generato una serie di piccole aree libere simili a territori enclave. Il nuovo edificio è stato localizzato in una di queste aree, nella parte posteriore del complesso, così da creare maggior privacy e sicurezza per i piccoli utenti.

 

La struttura ospiterà 25 bambini dai 0 a 3 anni ed è stato dimensionato per un bacino d’utenza capace di coprire non solo il piccolo comune che la ospita ma anche altri 3 comuni confinanti. La progettazione del nuovo asilo nido nasce dalla volontà dell’amministrazione del comune di Torre de Passeri, di dotarsi di una struttura che oggi rappresenta uno strumento di elevata qualità sociale ed economica. Una struttura socio-educativa per la prima infanzia di cui c’è una grande richiesta ma che i piccoli comuni difficilmente riescono ad avere per mancanza di fondi. Il Bando del 2009 per il finanziamento di Asili Nido pubblici in Abruzzo, ha dato l’opportunità all’amministrazione di garantirlo alla sua collettività. Il nido va ad integrarsi e a completare il servizio educativo del complesso scolastico in cui è inserito.

 

L’obiettivo è stato quello di creare un edificio caratterizzato da una qualità degli ambienti interni ed esterni, adatto allo sviluppo delle abilità psicomotorie, mentali e sociali dei piccoli utenti. La ricerca di uno spazio idoneo sotto il profilo psicologico e sociale oltre che funzionale, è stata influenzata in maniera determinante dalla natura del sito che, stretto tra gli edifici esitenti, con un orientamento sfavorevole ed una forma irregolare, non costituiva il contesto ambientale ideale verso il quale aprirsi. Partendo da queste criticità, l’obiettivo è stato quello di creare un volume introverso ed autonomo capace di delimitare un nuovo contesto dalle condizioni ambientali adeguate, in cui gli ambienti interni fossero in diretta continuità con un nuovo ambiente esterno che diventasse il nuovo paesaggio da offrire ai bambini.

 

Scheda progetto

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico