Premio IQU 10, Savona: riqualificazione urbana tra via Nizza e il Mare

Architettura – progettazioni, per la categoria Architettura e Città opere progettate
Progettista: STUDIO CAPITANIO ARCHITETTI
Scarica la scheda


Comune di Savona. Riqualificazione urbana degli spazi tra via nizza e il mare nel tratto tra le fornacie zinola e per la realizzazione di un percorso ciclo-pedonale litoraneo. Il progetto si è mosso articolandosi tra la scala ambientale e urbana con l’inserimento di elementi architettonici innovativi. Noterete come un’anonima autostrada urbana, possa a partire dalla sua messa in discussione, contribuire al rilancio immediato di questa parte di città.

 

Progetto preliminare – “per la riqualificazione urbana degli spazi tra via Nizza e il Mare nel tratto tra Fornaci e Zinola,e per la realizzazione di un percorso ciclopedonale litoraneo” Un progetto con a cuore la valorizzazione ambientale e aggregativa di questo tratto di paesaggio urbano e al contempo marino. Interpretiamo che 2 sono le necessità su questo bene collettivo:
1. Valorizzare attraverso una “promenade” questo pezzo di città, ricco di spunti complessi e di potenzialità espresse soltanto in parte;
2. Presentare un progetto contemporaneo esemplare, ma al contempo semplice, poco costoso, di agevole manutenzione ed eseguibile per lotti perfettamente funzionanti.

 

Desiderata dell’Amministrazione Comunale di Savona e sentimenti della popolazione: rilancio del litorale, valorizzazione del paesaggio urbano, architettura, e ciclovia esemplare, attraverso i seguenti punti: un’idea di una nuova passeggiata; migliore accessibilità all’arenile e incremento della percezione visiva del medesimo; valorizzazione dell’ambito di intervento con di “aperture di permeabilità” nelle quali troveranno luogo aree di sosta e aggregazione, attività ricreative e soluzioni attrattive, senza negare la continuità del percorso; soluzioni di traffic-calming tali da riportare questo pezzo d’Aurelia alla dimensione del pedone e del ciclista innovando la concezione di rapporto tra pesi di potere tra i vari utenti della strada; priorità alle soluzioni a favore delle utenze deboli; lotti funzionali.

 

Durante il sopralluogo siamo stati colpiti da due cose contrastanti: La potenzialità di ogni metro del futuro percorso, costruito dalla presenza di segni architettonici, edilizi, storici e ambientali, che seppur tenuti assieme da un disegno non certo programmato, costituiscono un unicum complesso e articolato degno di una sfida volta al rilancio e alla valorizzazione. Abbiamo quindi convenuto sul fatto, che il nuovo progetto non poteva prescindere dal confronto con il paesaggio urbano di Savona e con esso dialogare al meglio.

 

Il progetto di concorso: un tema unitario in 4 settori. In previsione di un progetto di percorso ciclopedonale urbano e per brevi tratti costiero, che si snoda per un tracciato complessivo pari a circa 2800 metri e identificando il migliore sedime per esso, abbiamo individuato 4 settori di intervento in base alla diversa natura del luogo (A1, A2, A3 e A4). Come vedremo, il progetto ha inoltre cercato di tradurre questi 4 settori differenti, in altrettanti 4 lotti funzionali (più sottofasi o fasi collegate), i quali una volta concluso l’intervento costituiranno un progetto complessivo e unitario.

 

I 4 settori di intervento
Lotto A1 (comprendente i lotti di seguito indicati alle sigle A1-B1-C1) Comprende le aree dall’inizio dell’intervento, ossia, partendo dal lato levante verso il lato ponente, dall’innesto sulla passeggiata esistente di Corso Vittorio Veneto fino all’inizio dell’ex cantiere Solimano.

 

Lotto A2 (comprende i lotti di seguito indicati alle sigle A2-B2-C2) Comprende le aree dall’inizio dell’ex cantiere Solimano fino alla rotatoria riprogettata all’innesto con Corso Svizzera.

 

Lotto A3 (comprende i lotti di seguito indicati alle sigle A3-C3-C4) Dalla rotatoria riprogettata in prossimità con Corso Svizzera fino alla rotatoria che verrà riprogettata all’innesto con la via N.S. del Monte.

 

Lotto A4 (comprende i lotti di seguito indicati alle sigla A4) Dalla rotatoria all’innesto con la via N.S. del Monte fino alla fine dell’intervento a Zinola (raccordo con la pista ciclopedonale con progetto a cura della A.C. di Savona).

 

Conclusione
Il progetto si è mosso articolandosi tra la scala ambientale e urbana e l’inserimento di elementi architettonici innovativi tratti dalle esperienze internazionali. Abbiamo voluto far dialogare il carattere contemporaneo con la visione consolidata dello spazio urbano, dimostrando così la possibilità di creare un nuovo ambito architettonico per valorizzare ilGenius Loci, oggi espresso solo in piccola parte. È questa la nostra interpretazione del Genius Loci: dare voce ai caratteri identificativi del luogo, scovandoli innanzitutto, e confermandone la loro insita riconoscibilità. Le nuove tecnologie e i materiali saranno usati a favore della qualità della vita del cittadino e del servizio offerto al visitatore, nel pieno rispetto dell’ambiente in un costante ed efficace dialogo tra storia e presente.

 

Immagini del PRIMA e DOPO, noterete come un’anonima autostrada urbana, possa a partire dalla sua messa in discussione, contribuire drasticamente al rilancio immediato di questa parte della Città di Savona. Il progetto ha ricevuto il 4° premio con menzione speciale per l’innovazione, dalla valutazione tecnica della Commissione di gara si estrae che la segnalazione è per: “… l’originalità della proposta e la visione di futuro che suggerisce per la riqualificazione dell’Aurelia”.

 

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico