Premio IQU 10, Predazzo: Piano per la rete ciclo-pedonale

Architettura – progettazioni per la categoria Architettura e Città opere progettate
Progettista: Arch. Martina Troilo
Scarica la scheda 

 

La rete ciclo-pedonale è intesa come una trama di percorsi e relazioni sociali tessuta dai suoi utenti e come un mezzo per valorizzare la città, riqualificando gli spazi pubblici, suggerendo nuove abitudini e l’uso della strada come spazio condiviso.

 

Il progetto del piano per la rete ciclo-pedonale di Predazzo è ben più che un mezzo per incentivare la mobilità sostenibile. Esso è un’occasione per: migliorare le condizioni della mobilità in generale, per tutti gli utenti; valorizzare la città, connettendo luoghi e servizi principali e riqualificando gli spazi pubblici lungo i percorsi; ripensare la città, suggerendo nuovi usi dello spazio strada come spazio condiviso e inducendo nuove abitudini, soprattutto nei percorsi casa/scuola, casa/lavoro e turistici.

 

La rete è intesa come una trama tessuta dai cittadini e da qualsiasi altro utente la percorra (tessitori urbani). “Tessiamo pedalando!”, nome scelto per il progetto esprime l’invito a muoversi insieme nella città e a tessere in essa percorsi e relazioni in maniera dinamica e collettiva.

 

Si capovolge il concetto di tessuto urbano: da quello tradizionale di insieme dei manufatti che costituiscono gli isolati a rete di percorsi e relazioni. L’attenzione di sposta dall’edificato alla strada, spazio pubblico strategico della mobilità e della socialità.

 

I percorsi sono nastri a spessore variabile e carattere diverso a seconda del contesto attraversato.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico