Premio IQU 10, Lupatoto: riqualificazione del centro

Architettura – progettazioni, per la categoria Architettura e Città opere progettate
Progettista: ARCHITETTO FILIPPO MANTOVANI 
Scarica la scheda

 

Il progetto riguarda la riqualificazione del centro storico del comune di San Giovanni Lupatoto (VR) con particolare attenzione al sistema Piazza Umberto I-via Madonnina. La conservazione e la valorizzazione delle strutture insediative storiche del paese passa attraverso una reinvenzione dei loro ruoli all’interno dell’attuale forme di città in una situazione che implica una doppia scala di valutazione in cui alla dimensione comunale si deve considerare una questione sovracomunale connessa al più ampio contesto della periferia di Verona e al qualificato sistema naturale dell’Adige.

 

La ricerca di una forte qualità ambientale e la definizione chiara ed essenziale degli spazi con il ridisegno del verde, la definizione delle teste dell’intervento, la razionalizzazione della viabilità e la valorizzazione dei fronti urbani particolarmente caratterizzati sono le strategie progettuali impiegate per consolidare la vocazione che il sistema Piazza Umberto I-via Madonnina ha di centro pubblico d’incontro, aggregazione e socialità per San Giovanni Lupatoto. 

 

A questo scopo il primo atto del progetto è quello di creare un ambiente diverso, al posto del confuso e stipato spazio attuale, contraddistinto dalla rumorosa strada centrale e da un amalgama informe di verde. L’idea è di avere una piazza continua e aperta verso le prospettive segnate dalla chiesa della Madonnina e dalla parrocchiale, che pur distinguendo i diversi tipi di mobilità presenti (pedonale, ciclabile, carrabile) sia in grado di dare la sensazione di uno spazio unitario e di riequilibrare il rapporto tra il verde, i percorsi, i parcheggi e gli ambiti dello stare. Una doppia serie contrapposta di fasce parallele in pietra bianca della Lessinia, compone il disegno della piazza realizzata in basalto lavico e dà i riferimenti geometrici necessari alla disposizione dei diversi elementi di arredo e illuminazione.

 

Il verde è ripensato come un asse chiaramente riconoscibile, in modo da diventare una sorta di “spina dorsale” dell’intera piazza e creare un percorso ciclo-pedonale che unisce visivamente l’intero spazio.

 

Sono quindi ripensate le “teste” dell’intervento di fronte alla parrocchiale e alla chiesa della Madonnina con la realizzazione dei due rispettivi sagrati. Il progetto oltre a consolidare il valore rappresentativo della piazza in quanto centro della comunità di San Giovanni Lupatoto , ha l’obiettivo anche di “rivelare” la centralità di Piazza Uberto I-via Madonnina come possibile porta d’ingresso privilegiata al parco del fiume Adige. In questo senso è ripensato il ruolo della torre piezometrica esistente. Posta infatti al centro dell’ambito di progetto, è un elemento chiaramente riconoscibile che si pone come punto di riferimento oltre che dall’intera piazza anche per chi proviene dalle sponde del fiume Adige.

 

La struttura è stata messa a sistema con una nuova architettura composta da due distinti edifici. Il primo è destinato a biblioteca e comprende una sala espositiva interrata e un ufficio per le informazioni turistiche. La seconda struttura, è una vera e propria loggia porticata. Il costo complessivo dell’opera ammonta a 15.000.000,00 €.

 

TAVOLA 1 
La razionalizzazione della mobilità carrabile ha lo scopo di ridurre l’impatto delle auto in termini di rumore e inquinamento. La razionalizzazione dei parcheggi prevede un parcheggio interrato a tre livelli con 210 posti auto e 60 posti lungo la piazza. Lo sviluppo di una viabilità sostenibile alternativa a quella carrabile, è incentivato mediante la creazione di un sistema ciclabile a doppio senso di marcia su entrambi i lati di Piazza Umberto I-via Madonnina.

 

TAVOLE 2, 3, 4 
La superficie di Piazza Umberto I- via Madonnina è interamente ripavimentata. Il doppio filare di platani esistente è prolungato. Nel progetto sono previsti i elementi di arredo realizzati in acciaio corten pre-ossidato. Le sedute sono realizzate con un rivestimento in pietra della Lessinia bianca. Nel progetto sono previste quattro fermate per gli autobus rivestite in corten. Dal lato di Piazza Olmo la pensilina dell’autobus è integrata nella struttura di risalita del parcheggio interrato.

 

TAVOLA 5 
La biblioteca è organizzata su tre livelli ciascuno di superficie pari a 240 mq. Il piano interrato è adibito a sala espositiva mentre alla quota della piazza si prevede un piccolo ambito per le informazioni turistiche. Le superfici esterne sono in parte vetrate e in parte rivestite in acciaio corten pre-ossidato.
Contrapposto al corpo della biblioteca, è ricavato un volume a loggia di 590 mq. La struttura illuminata mediante lucernari circolari e delimitata internamente da pannelli apribili in legno, è destinata ad ospitare le manifestazioni del comune di San Giovanni Lupatoto ed è pensata come spazio attrezzato con pannelli dedicati al fiume Adige e alla sua storia. La struttura del loggiato ha tutte le superfici esterne, rivestite in acciaio corten pre-ossidato.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico