Premio Internazionale Architettura Sostenibile. Medaglia d’oro al progetto di Hermann Kaufmann

Sono stati proclamati lo scorso 6 giugno alla Facoltà di Architettura di Ferrata i vincitori dell’ottava edizione del Premio Internazionale Architettura Sostenibile. Il progetto dei nuovi uffici amministrativi Mayr Melnhof-Kaufmann a St. Georgen im Attergau, Austria, ad opera di Architekten Hermann Kaufmann ZT GmbH, si è aggiudicato la medaglia d’oro.

 

L’ufficio centrale dell’azienda specializzata nella lavorazione del legno rappresenta una costruzione innovativa, economicamente vantaggiosa e flessibile con legno lamellare d’abete rosso di produzione propria. L’architettura è stata concepita in modo tale da inserire un minimo di elementi costruttivi diversi ed un optimum di elementi in legno massiccio, con l’obiettivo di realizzare un edificio molto semplice, con pochi strati nella parete esterna, ma allo stesso tempo in grado di massimizzare la capacità di accumulazione termica della costruzione in legno.
L’architettura arcaica di elementi di grande formato con superfici in legno omogenee è circondata da un “mantello” composto da pensiline e balconi in travi di legno compensato, appesi alla griglia con nastri d’acciaio. Questo strato esterno costituisce il tampone alle strade, favorisce la mobilità dell’ombra, protegge le facciate in legno non trattate e permette l’uscita verso l’esterno da tutti i vani.
Le pareti esterne sono realizzate con una tecnologia costruttiva innovativa, composta da uno strato portante interno con spessore di 20 cm, un isolamento termico di masonite e uno strato esterno direttamente montato su un elemento in legno lamellare con spessore di 6 cm. Questo elemento sandwich composto da soli tre strati soddisfa i requisiti per parete di una “casa passiva”.

 

L’involucro edilizio ottimizzato attraverso lo sfruttamento dell’ombra ha un effetto positivo sull’idoneità invernale ed estiva dell’edificio. L’energia solare ottenuta tramite la vetratura può essere utilizzata durante il periodo di transizione per il riscaldamento dell’aria esterna. In caso di riscaldamento eccessivo dell’atrio i lucernari laterali si aprono automaticamente. L’impianto di ventilazione prevede un duplice cambiamento dell’aria a cadenza oraria: l’aria esterna viene aspirata tramite microfiltri e preriscaldata a mezzo di un collettore terrestre. Quando l’aria è stata preriscaldata o preraffreddata viene condotta negli apparecchi di ventilazione tramite un recupero efficiente del calore e solo successivamente avviene il riscaldamento alla temperatura necessaria dell’aria di alimentazione a mezzo degli agenti di trasferimento del calore.
L’aria di alimentazione è inserita in concomitanza del pavimento degli uffici davanti alle vetrature delle finestre e arriva nell’atrio aperto attraverso le luci di travaso.
Una funzione free-cooling dell’impianto di ventilazione permette nei mesi estivi, durante le ore della notte, di raffreddare l’edificio con aria esterna fresca.
Con l’impiego di pompe e motori efficienti, il fabbisogno energetico elettrico dell’edificio rimane decisamente contenuto.

 

SCHEDA PROGETTO

 

Nuovi uffici amministrativi Mayr Melnhof-Kaufmann

 

Progettista
Architekten Hermann Kaufmann ZT GmbH

 

Committente
MM Kaufmann Holding AG

 

Localizzazione
St. Georgen im Attergau, Austria

 

Realizzazione
2008

 

Altre immagini del progetto

 

 

Secondo il parere della giura del Premio, composta, in quest’ottava edizione da Thomas Herzog, Francine Houben (Mecannoo architects, Olanda), Francisco Mangado (Mangado y Asociados, Spagna), Nicola Marzot e Gianluca Minguzzi segretario del Premio “l’edificio costituisce un’applicazione convincente delle potenzialità e qualità del sistema costruttivo adottato e, con la sua essenzialità concettuale, uno straordinario esempio di razionalità funzionale ed efficienza realizzativa. L’approfondito studio della tecnologia lignea, condotto in maniera sinergica dal progettista e dal committente […] ha portato alla definizione di un sistema costruttivo flessibile tale da poter essere vantaggiosamente impiegato anche in altre tipologie di edifici. Il legno viene utilizzato al contempo sia come elemento strutturale, sia come materiale di involucro in maniera tale da garantire, con un limitato apporto di altri elementi, delle prestazioni tipiche di un edificio a basso consumo energetico. La concezione morfologica del progetto contribuisce in maniera passiva al raggiungimento di un ottimale bilancio energetico: il compatto volume è circondato da una pensilina perimetrale continua che funge da adeguato filtro climatico nelle varie stagioni e protegge l’involucro dagli agenti atmosferici, garantendone un’elevata durabilità. Le capacità progettuali si evincono anche dall’attento controllo di tutti i dettagli costruttivi e dall’elevata qualità degli spazi progettati, che risultano pienamente funzionali ad ospitare le attività previste offrendo ottimali condizioni termoigrometriche e di illuminazione naturale”.

 

Hermann Kaufmann è nato nel 1955 a Reuthe nel Bregenzerwald, Vorarlberg/Austria, in una famiglia di carpentieri, apprendendo direttamente le possibilità e il fascino del legno come materiale da costruzione, ma anche il senso per l’artigianato che ha influenzato in modo determinante il suo lavoro di architetto. Conclude gli studi universitari presso il politecnico di Innsbruck e di Vienna. A seguito di un tirocinio biennale, nel 1983 fonda il proprio ufficio di architettura a Schwarzach, in collaborazione con Christian Lenz.
Il suo lavoro di architetto è caratterizzato dal modernismo classico e dallo studio del contesto. Tema centrale del suo lavoro è la ricerca di risposte complessive relative ai temi della costruzione sostenibile e all’analisi delle possibilità per le costruzioni moderne in legno.
Ha intrapreso la sua attività di insegnamento come docente esterno presso il politecnico del Liechtenstein e di visiting professor al politecnico di Graz e all’università di Lubiana. Dal 2002 è titolare di una cattedra presso l’istituto per edilizia e progettazione al politecnico di Monaco di Baviera nella materia riguardante le costruzione in legno.
www.hermann-kaufmann.at

 

Per ulteriori informazioni
Premio Internazionale Architettura Sostenibile Fassa Bortolo
Facoltà di Architettura di Ferrara
via Quartieri 8
44121 Ferrara
Tel. +39 0532 293636
E-mail: premioarchitettura@unife.it
www.premioarchitettura.it

 

Nell’immagine, vista esterna dei nuovi uffici amministrativi Mayr Melnhof-Kaufmann, Architekten Hermann Kaufmann ZT GmbH, vincitore della medaglia d’oro all’ottava edizione del Premio Internazionale Architettura Sostenibile. Foto © Werner Huthmacher

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico