Post Expo 2015, Milano: il bando da 2 miliardi per il masterplan

post expo 2015 milano

Le aree Post Expo 2015 di Milano vedranno presto una svolta: è stato infatti pubblicato il bando di gara (internazionale) per la redazione del Masterplan per il “Parco della Scienza, del Sapere e dell’Innovazione” che comprenderà anche le sedi dello Human Technopole e il Campus delle facoltà scientifiche dell’Università degli Studi di Milano.

Leggi anche l’articolo Miglior padiglione Expo 2015, vince il Regno Unito

Con il bando di gara si procede quindi alla ricerca dell’operatore tecnico, economico e finanziario in grado di supportare Arexpo, la società che ha il compito, non semplice, di sviluppare e valorizzare il sito dell’Expo 2015. Ricordiamo che si tratta di una superficie di circa 1,2 milioni di metri quadrati (il progetto finale dovrà mantenere la superficie a parco di 440 mila metri quadrati).

Con l’operatore selezionato attraverso questa gara, che scriverà e in seguito gestirà masterplan e business plan del post Expo, Arexpo realizzerà una partnership per la rigenerazione dell’area, attraverso un contratto misto di appalto e concessione (per 50 anni).

Leggi anche l’articolo Concorso Periferie Urbane: i 10 progetti vincitori

Sono quindi invitati a partecipare operatori, nazionali ed internazionali, presumibilmente in forma aggregata, con esperienze pregresse nella realizzazione di progetti analoghi o comunque caratterizzati da alti livelli di complessità, innovazione e qualità urbanistica e architettonica.

La gara internazionale è già aperta (e si chiuderà il 28 febbraio 2017 – entro il 6 febbraio potranno essere presentate le richieste di chiarimento), qui è possibile consultare il bando, che sarà presentato ufficialmente oggi a Milano e domani a Londra.

La base d’asta è di 3 milioni di euro e verrà usato il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Dopo il vaglio delle offerte, si procederà all’invio delle lettere per invitare gli offerenti a mostrare un “semilavorato” del masterplan, il tutto entro fine marzo. La commissione esterna, a settembre, sceglierà il vincitore e il contratto verrà sottoscritto entro la fine dell’anno.

human-technopole

Il Parco della Scienza, del Sapere e dell’Innovazione

Il “Parco della Scienza, del Sapere e dell’Innovazione”, secondo la società, costituirà un importante polo di attrazione per numerose imprese nazionali e internazionali che hanno già manifestato il loro interesse ad insediarsi in quest’area.

La gara prevede due fasi: durante la prima verranno svolte le attività di advisory tecnica, economica e finanziaria a supporto di Arexpo, per la definizione del Masterplan di trasformazione dell’area, e per l’ideazione ed elaborazione del relativo piano economico e finanziario.

Per altri esempi di Rigenerazione Urbana clicca qui

Nella seconda fase, invece, verranno svolte le relative attività di attuazione, quindi anche le attività di progettazione e costruzione delle opere, e gestione degli spazi.

Il contratto prevederà un diritto di superficie in favore del concessionario per una estensione di Superficie Lorda di Pavimento non inferiore a 250 mila metri quadrati. L’area è già infrastrutturata.

Afferma Giovanni Azzone, presidente di Arexpo: “Il nostro obiettivo è quello di realizzare nell’ex area Expo un progetto che non ha uguali in Italia e che si potrà confrontare con gli esempi più virtuosi di trasformazione urbana a livello internazionale. Abbiamo scelto di puntare per questo luogo sui grandi temi del futuro: la ricerca pubblica e privata nel campo della salute, del benessere, della cura alle persone e di unire questo progetto ad un grande polo universitario. La gara per la selezione di chi ci accompagnerà in questo percorso è un passo avanti rilevante e conferma quanto annunciato nei mesi scorsi”.

 

Per ulteriori informazioni
www.arexpo.it

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here