PONTèPIGNETO. Concorso giovani progettisti under 40

Presentato all’interno di PIGMENTI, la prima festa dell’arte e dell’architettura sostenibile al Pigneto, il concorso di idee per giovani progettisti under 40 PONTèPIGNETO è finalizzato a proporre e divulgare un’opera che sia un esempio virtuoso di architettura pubblica capace di legare forma e tecnologia, attraverso l’utilizzo integrato di sistemi che mirino all’autosufficienza energetica. Il progetto deve avere inoltre la capacità di adattarsi ai cambiamenti di un territorio urbano in continua trasformazione. È stato scelto il tema del ponte pedonale del Pigneto a Roma poiché, essendo già un importante nodo territoriale, può diventare attraverso un’attenta riqualificazione uno dei simboli del quartiere.

 

PONTèPIGNETO è ideato da Lab(e)s e OFFicinaFortebraccio, con la collaborazione di IN/ARCH e ZUMTOBEL e il patrocinio del Municipio VI di Roma e dell’Ordine degli Architetti di Roma.

 

CONTENUTI E FINALITÀ
Il concorso di idee vuole proporre e divulgare opere pubbliche che rispondano a due importanti criteri:
autosufficienza energetica: attraverso esempi virtuosi di architetture pubbliche che leghino forma e tecnologia
elasticità: attraverso opere pubbliche che abbiano la capacità di adattarsi ai cambiamenti di territori urbani in continua trasformazione.
Per questa edizione è stato scelto il tema del ponte pedonale del Pigneto, Roma, poiché, già nodo importante nel territorio, può diventare attraverso un’attenta riqualificazione  uno dei simboli del quartiere.

 

LINEE GUIDA
Contesto: Il nuovo PRG di Roma individua il Pigneto come uno degli “Ambiti di Trasformazione” della città consolidata.
Uno degli interventi più significativi è quello che interessa il vallo ferroviario lungo la Circonvallazione Casilina, per il quale è prevista la copertura, nel tratto compreso tra Via Prenestina e via Casilina, e la creazione di spazi compatibili agli interessi locali.
(vedi Nuovo PRG Roma – Sistemi e Regole; Norme Tecniche di attuazione e area tematica “la città che si muove” ).
In quest’ottica l’area, e quindi il quartiere, subiranno profonde trasformazioni che modificheranno, fra l’altro, anche la funzione dell’attuale ponte pedonale.
Luogo di progetto: Il ponte pedonale di via del Pigneto che attraversa il vallo ferroviario è l’unico punto di connessione tra due aree del quartiere caratterizzate da profonde diversità: da una parte l’isola pedonale, luogo che più di ogni altro rispecchia il nuovo volto del Pigneto, con i  locali e le attività nate negli ultimi anni; dall’altra il resto del quartiere, anch’esso interessato da trasformazioni e rinnovamenti, ma con una vocazione decisamente più residenziale.
Oggi questo ponte è un punto nodale dell’area, un elemento visibile dalle vie Prenestina e Casilina che, costituendo un passaggio obbligato per i flussi pedonali/ciclabili, è divenuto spontaneamente luogo della comunicazione nel quartiere, ma anche dell’espressione artistica e della visibilità in generale.

OBIETTIVI
Gli obiettivi che il concorso si prefigge sono i seguenti :
Avviare una riflessione sul tema del ponte, che dovrebbe assumere un ruolo di centralità per la zona diventando un elemento simbolo del quartiere : ponte come unione degli opposti, Pigneto come ponte tra centro e periferia, tra autoctoni e nuovi migranti, tra vecchie e nuove generazioni.
Acquisire proposte progettuali /concettuali che elaborino una nuova immagine di ponte pedonale e ciclabile : sviluppando la naturale vocazione del luogo, già oggi utilizzato per la sosta oltre che per il solo transito, giungere alla definizione di un elemento sigificativo di aggregazione che tenga conto delle diverse categorie di utenti presenti nel quartiere nonché dei vari utilizzi nelle diverse ore del giorno.
Pensare la proposta in termini di sostenibilità, non solo in termini di costruibilità, ma anche e soprattutto nel suo grado di relazione tra situazione attuale e possibili scenari futuri determinati dalla copertura del vallo ferroviario.
Immaginare un sistema di illuminazione che non sia solo funzione ma dia corpo ad una precisa “forma”, simbolo del quartiere e riferimento nella città.
Promuovere nuove tecnologie e materiali innovativi per presentare al Municipio progetti che sappiano sostenersi energeticamente e pubblicizzino un’integrazione totale tra impianto ed architettura.
L’intervento, nella sua complessità, dovrà dare un carattere unitario all’area, contribuendo a  favorirne l’identificazione e la riconoscibilità.

 

L’iscrizione al concorso dovrà avvenire entro e non oltre il 30 settembre 2009, attraverso la compilazione del modulo di partecipazione scaricabile dal sito www.pigmenti.wordpress.com, da inviare tramite mail agli Enti Banditori.

 

I documenti di partecipazione e la proposta progettuale devono pervenire, a pena di esclusione, in plico chiuso e sigillato, anonimo, su cui deve unicamente apporsi il cartiglio “CONCORSO DI IDEE PONTE’PIGNETO”, alla sede Nazionale IN/ARCH (Via Crescenzio 16 – 00193 Roma) entro le ore 12,00 del 30 ottobre 2009.

 

La proclamazione dei vincitori si svolgerà sabato 16 gennaio 2010 alla Casa dell’Architettura – Acquario Romano, piazza Manfredo Fanti 47 – alla presenza dei rappresentanti del VI Municipio, dei membri della commissione e dei partner organizzativi.
L’evento si svolgerà in concomitanza con l’inaugurazione della mostra “PIGMENTI”.

 

Bando completo e materiali del concorso

 

 

Nell’immagine, il ponte pedonale oggetto del concorso di idee. Foto di Vincenzo Mazza

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico