Piano Integrato di Intervento a Stezzano, Bergamo

Il progetto di riconversione di un’area industriale dismessa in un quartiere multifunzionale a Stezzano è stato pensato come la modellazione tridimensionale di un luogo, di un paesaggio urbano. “Noi riteniamo che la qualità della città si esprima attraverso la qualità dello spazio pubblico (e per qualità non parlo di finiture di pregio, ma di complessità, di capacità di aggregare) qualità che in questo caso, data la prossimità col centro storico, sia in grado di irradiarsi in esso aiutandolo a vitalizzarsi.”

Così Edoardo Milesi, progettista dell’intervento, sintetizza il significato di questa riconversione dell’area da produttiva in residenziale, concepita non come un sistema di residenze con proprie aree pertinenziali-condominiali, bensì come la modellazione di un luogo, di un paesaggio, di una porzione di città sul quale si innestano, sul modello della città europea, gli accessi agli edifici residenziali che vivono strettamente connessi tra loro dall’insieme del  tessuto urbano. L’obiettivo è quello di riconvertire le attuali volumetrie a in altre più consone nell’ottica di una promozione della qualità urbana intesa come previsione di interventi significativi per integrazione di funzioni attualmente carenti.

I diversi volumi, caratterizzati da fronti urbani diversi a seconda dell’approccio sulle strade carrabili o verso l’area pedonale e il centro storico, sono collegati tra loro da un sistema di spazi pubblici e di uso pubblico che si intrecciano con i vicini percorsi del centro storico. Il tessuto di connessione, sul quale si innestano gli accessi agli edifici residenziali, ai negozi, contiene gli spazi del mercato, gli alberi, il prato, le automobili, come un grande invaso.
Le pareti di questo invaso sono modellate sottraendo materia per mantenere forte questo senso di unitarietà che col sistema della pavimentazione e del verde si irradia nel centro storico.
Una progettazione “forte” degli spazi liberi attorno ad abitazioni e negozi sarà motivo di un uso urbano e vitale non solo di questa nuova porzione di città, ma anche del nucleo di antica formazione che con essa si completa nei servizi, nell’arredo urbano e negli spazi di aggregazione.

 

La grande piazza “contiene” gli spazi per la cultura, il mercato, i negozi, il gioco, le automobili, le residenze, dando unitarietà all’impianto che da qui si sviluppa in verticale in modo complesso ed eterogeneo, mai omologato.
La nuova biblioteca comunale, forte volano di attrazione per tutto il paese, verrà posizionata nella piazza mercato come elemento di riferimento e di  riqualificazione.
La dimensione dell’intervento è certamente di rilevanza territoriale tale da incidere sulla riorganizzazione dell’ambito cittadino, dove la previsione di una pluralità di destinazioni e di funzioni porterà a migliorare il contesto urbano e territoriale.

 

Il progetto si fonda principalmente sugli spazi di relazione opportunamente separati dal traffico veicolare ma immediatamente connessi con esso. Le aree a parcheggio pubblico sono a raso della viabilità, strettamente prossime alle piazze pedonali ma invisibili da queste.
La sostenibilità ambientale è principalmente ottenuta mediante il risparmio energetico: ottimizzazione dell’esposizione al sole e ai venti dominanti dei fabbricati e delle aree libere, pareti e coperture ventilate, alto isolamento, inerzia termica, ventilazione naturale e piantumazione garantiscono un alto livello di comfort interno e esterno.

 

Il progetto è vincitore del Premio Innovazione e Qualità Urbana 2009 per la categoria “Città e Architettura – Nuovi utilizzi e progettazioni”, recentemente premiato nella cornice di Euro-PA, il Salone delle Pubbliche Amministrazioni, Rimini, 1-3 aprile 2009.

Altre immagini del progetto

 

SCHEDA PROGETTO

Titolo della realizzazione 
Piano integrato di intervento a Stezzano, Bergamo
Ente proponente
Edoardo Milesi & ARCHOS srl
Referente del progetto
Edoardo Milesi
Progettisti
Edoardo Milesi, Fabio Corbani, Ferruccio Galmozzi, Marco Verdina
Collaboratori
Alessandra Ferrari, Sandra Marchesi, Ana Luisa Costa, Silva Teixeira, Paolo Vimercati, Roberto Belotti, Cristiano Alpi
Cronologia
2007 – 2012 (previsione)

Nell’immagine: Piano Integrato di Intervento a Stezzano, Bergamo, vista sud a volo d’uccello dell’intervento. (Architetto Edoardo Milesi & ARCHOS srl)

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico