Periferie tra urbanistica e nuove socialità, al via Videominuto 2014

Al via Videominuto 2014, il concorso internazionale che premia la creatività della forma di comunicazione del video breve. All’edizione 2014 gli autori sono invitati a creare il loro Videominuto sul tema “Le periferie da rammendare: denunce inascoltate e sogni realizzati, fra urbanistica e nuove socialità”, a cui si affianca il tradizionale “1000 euro per 1 minuto”, che lascia spazio alla creatività senza vincoli tematici.

 

Da 22 anni Videominuto opera nel mondo del video breve, una forma di comunicazione che nel tempo ha reso possibile per molti autori (anche non professionisti), di esprimere idee, storie, emozioni con le caratteristiche di immediatezza, dinamicità, creatività, attraverso l’agevole formula del solo minuto a disposizione. Ogni anno i video migliori che si iscrivono ai concorsi vengono proiettati durante “La Notte del Minuto”, organizzata da Controradio e dal Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato, in collaborazione con Comune di Prato, durante la quale si assiste anche alle proiezioni del One World One Minute, le selezioni provenienti dai Festival del Minuto di tutto il mondo.

 

Due sono i concorsi a cui si può partecipare. Il primo è tematico e per la prossima edizione si concentra sul tema delle periferie, argomento molto attuale, che trae spunto anche da una serie di articoli scritti sull’argomento dall’architetto di fama internazionale Renzo Piano. Il 90% della popolazione delle città vive nelle periferie, quartieri molto popolati spesso lasciati al loro destino di degrado e di mancanza di identità. Occorre ripensare queste parti di città, sempre più dei “non luoghi”, dove insistono grandi centri commerciali, aree abbandonate, palazzi fatiscenti (ad iniziare dagli edifici scolastici), mentre chi vi abita è spesso portatore di grande energia umana.

 

Negli ultimi anni si è assistito ad un grande fermento di nuove socialità che passano attraverso buone pratiche e processi partecipativi: dai comitati cittadini per la cura di parchi e strade, alle azioni di auto-aiuto (asili di condominio, assistenza agli anziani, etc.), dagli orti sociali alle attività artistiche in spazi recuperati. Azioni che vanno a contrastare il grande deserto affettivo che la periferia sembra offrire.

 

Questo lo spunto su cui gli autori sono invitati a creare il loro Videominuto. Al concorso “Le periferie da rammendare: Denunce inascoltate e sogni realizzati, fra urbanistica e nuove socialità”, si affianca il tradizionale “1000 euro per 1 minuto”, che lascia spazio alla creatività senza vincoli tematici.

 

I bandi sono già aperti e la scadenza è il prossimo 21 ottobre.


Tutte le info per partecipare
www.videominuto.it

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico