Perchè l’isola è ancora un’idea fantastica?

A Eurocucina 2008 la Redazione ha incontrato Pedini spa. La tendenza alle linee curve si ritrova ancora oggi applicata a molti prodotti di arredamento per interni: ai letti, ai divani, alle mensole, ai mobili. E alle cucine. Sul mercato ne abbiamo diversi esempi, ma Pedini presenta sempre soluzioni originali. Quelli che presentiamo sono solo due e non sono prodotti del 2009, ma rappresentano bene lo stato delle cose nell’arredamento delle cucine.


Perchè il rapporto fra le persone e la qualità dell’ambiente caratterizza la qualità della vita e rende più gradevole il lavoro in cucina facendolo divenire motivo di soddisfazione. In una parola: “il piacere della cucina”.
L’idea è nata dieci anni fa da una riflessione: la cucina non deve essere solo un luogo funzionale ma un’area che determina lo stile della casa e la coinvolge con idee innovative,
deve fare parte del living, deve essere lo spazio in cui ci si riunisce, si chiacchera, si vive l’intimità della famiglia.
La cucina a “isola”, a “penisola”, insieme alle linee curve, rappresentano una riconquista dell’ergonomia in cucina, una zona multifunzionale che concentra in poco spazio tutta la parte operativa permettendo non solo un rapporto più disinvolto con il lavoro, ma anche la possibilità di dialogare con i presenti mentre “si fa cucina”.

Artika, design Domenico Paolucci
Artika, un modello caratterizzato da un alto grado di flessibilità, offre una grande libertà di composizione e soluzioni personalizzate per esigenze diverse di spazio e di gusto. Con le sue grandi isole a tutto tondo diventa il “cuore attivo e affettivo” della casa. Artika collocata in “centro stanza”, come gli antichi focolari, suggerisce l’idea che la cucina si sia riappropriata della propria identità e che abbia riscoperto la sua funzione di “cuore” attivo e affettivo della casa dove si svolge la maggior parte delle azioni quotidiane e dei riti di cucina.
L’anta è arrotondata nei lati orrizzontali. Le finiture sono disponibili laccato opaco e laccato lucido. Le maniglie sono ad incasso o con gola sottopiano (scanalatura posta tra basi e piani che sostituisce la maniglia consentendo l’apertura delle ante).
I piani sono in acciaio, in cristallo verniciato, in quarzite, in cristalan, in unicolor con innumerevoli variabili cromatiche. Le colonne e i cestoni sono corredati dalle più attuali e funzionali attrezzature per consentire movimenti ergonomici e utilizzare al meglio lo spazio interno senza sprecare un solo centimetro.

 

Dune, design Domenico Paolucci
Con Dune si riparte dai concetti fondamentali delle cucine modulari, che sono la nostra storia, per creare uno strumento articolato, elastico, piccolo o grande, fortemente attrezzato, ancora a “forme curve”, in linea, ad angolo o a isola. Tutto senza spigoli, con forme sinuose che creano giochi concavi e convessi, per favorire un perfetto utilizzo ergonomico, proporre un nuovo equilibrio e creare spazi operativi più funzionali in cucina.
L’anta è liscia. Le finiture sono impiallacciate noce canaletto, laccato opaco, laccato lucido. I piani sono in acciaio, in cristallo verniciato, in unicolor, in cristalan, in samsonite. Infine, il contenere: oltre agli ormai collaudati armadi con ante scorrevoli complanari, si arricchisce di colonne con “ante rientranti” che consentono, contemporaneamente, l’accessibilità a tutte le colonne.

 

Vi invitiamo a conoscere più da vicino i prodotti Pedini visitando il sito www.pedini.it o scrivendo a info@pedini.it.

 

Nell’immagine: Artika, laccato lucido.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico