Pelle architettonica: abitazione unifamiliare su progetto di Fabien Chavignaud

Il progetto per una casa unifamiliare a Carquefou, Francia, dell’architetto Fabien Chavignaud, è il vincitore, per la categoria “Abitazioni unifamiliari”, della quinta edizione del concorso Trophée Archizinc, la cui cerimonia di premiazione si è tenuta lo scorso 18 giugno a Parigi. Il concorso è dedicato alle applicazioni architettoniche dello zinco, e quest’anno ha attribuito riconoscimenti a dieci realizzazioni nelle categorie “Abitazioni unifamiliari”, “Edifici commerciali” ed “Edifici pubblici”, oltre a quattro Premi Speciali: Premio per l’Audacia progettuale, Premio Speciale della Giuria, e Premio Edilizia Sostenibile.

 

La casa, progettata da Fabien Chavignaud per una coppia di amici, è stata realizzata su una fascia di terreno di 300 mq,  in una località a meno di 20 minuti di auto dal centro di Nantes. L’edificio rappresenta un ponte tra due diverse realtà: il vecchio borgo agricolo e il nuovo quartiere di piccole unità abitative.
La tipologia corrisponde a quella delle casette dei pescatori: un corpo di edifici squadrati sormontato da un tetto semplice a due pendenze. La distribuzione dell’abitazione segue l’andamento allungato del lotto. La sequenza comincia dal garage, all’ingresso della casa e continua nel salone.

 

La struttura è in legno. Gli edifici agricoli presenti sul territorio hanno tetti, e a volte anche facciate, in ardesia o in metallo. Materiali che vengono riproposti all’interno della casa, rivestita in una pelle di zinco antracite dal colmo fino al muro d’entrata, che è stato scelto per la durabilità, l’opacità (il colore scuro ricorda l’ardesia) e la malleabilità. Il rivestimento è stato posato a bande di due larghezze diverse, disposte in maniera casuale. Le aggraffature introducono quindi una terza dimensione in questo gioco di varianti.
A causa delle dimensioni ridotte del terreno, che privavano la casa di spazi esterni realmente praticabili, i terrazzi e i cortili sono stati concepiti come luoghi esterni indispensabili, secondo la logica tipica delle case unifamiliari giapponesi. Attraverso i mezzanini interni lo sguardo trova il suo percorso verso il cielo e l’esterno. L’impiego esclusivo di due colori, nero intenso e bianco puro, rafforza il contrasto tra interno ed esterno. La facciata del garage e il cortile sembrano di materia solida rivestita di una pellicola scura. L’utilizzo dello zinco ha facilitato il trattamento dolce e diafano dei punti particolari così come richiesto dall’architetto. Lo spessore della copertina della terrazza, per esempio, è stato ridotto di qualche millimetro.


SCHEDA PROGETTO
Casa unifamiliare


Localizzazione
Carquefou, Francia


Progettista
Architetto Fabien Chavignaud


Dati tecnici
VMZ Doppia aggraffatura
Aspetto superficiale: Anthra-Zinc®
Superficie in zinco: 350 mq


Per ulteriori informazioni
www.trophee-archizinc.com

 

Nell’immagine di apertura, dettaglio esterno della casa unifamiliare progettata dall’architetto Fabien Chavignaud a Carquefou, Francia

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico