Paesaggio urbano e sostenibilità: ecco i nuovi progetti in Archivio

Sono disponibili nuovi progetti nell’Archivio di architetti.com, il catalogo on-line che consente la navigazione all’interno di centinaia di progetti e realizzazioni suddivisi per categorie: spazi intimi (design, arredamento, ecc.), spazi urbani (piazze, parchi, ecc.), spazi pubblici (musei, municipi, uffici, ecc.), spazi residenziali (case a schiera, isolate, tipologie ibride, torri residenziali, ecc.). Ogni progetto è composto da schede descrittive e visualizzazioni per immagini, e la banca dati permette un’indicizzazione per autore, anno di realizzazione, luogo e tipologia. Il catalogo si arricchisce giorno per giorno sia con gli inserimenti di tutti gli architetti che visitano il sito e che offrono la loro disponibilità di pubblicazione, sia con le proposte partecipanti a prestigiosi premi di architettura, quali il Premio Internazionale Architettura Sostenibile, il Premio Domus “Restauro e Conservazione”, il premio IQU (Innovazione e Qualità Urbana), il Premio Dedalo Minosse alla Committenza di Architettura, ecc.

 

Per consultare l’archivio progetti devi fare solo una cosa: iscriverti al sito.
Iscriviti ad Architetti.com. È gratis, basta una tua mail, se vuoi.

 

I nuovi progetti disponibili, in particolare, riguardano:
centri culturali, con le due proposte in concorso per l’ArtA Cultural Centre di Arnhem, una di Kengo Kuma and Associates che trasforma la nuova architettura in paesaggio urbano, uno spazio verde inteso come un giardino pubblico, una sorta di mediazione tra il costruito e l’ambiente naturale del fiume: l’altra di Studio BIG, che propone un edificio che fonde due archetipi dell’architettura tradizionale e attraverso una semplice torsione nel volume genera uno spazio pubblico coperto; e l’Heydar Aliyev Center di Zaha Hadid Architects, che stabilisce un rapporto fluido e continuo tra gli spazi interni e la piazza circostante: il terreno attorno all’edificio sembra sollevarsi, ripiegarsi e contorcersi fino a definire lo spazio costruito, a fondere paesaggio urbano e paesaggio architettonico;

 

architettura residenziale sostenibile, con la casa trasportabile APH80 di ÁBATON Arquitectura, un edificio immerso nel paesaggio, che si riappropria della natura anche dal punto di vista della sostenibilità, essendo completamente autosufficiente, trasportabile, e con un rapidissimo tempo di fabbricazione;

 

strategie di riuso, con la Scuola di Tongjiang, Cina, di Rural Urban Framework, che, a partire dalla necessità di demolire la vecchia scuola per costruirne una più grande e moderna ha realizzato un’opera volutamente di basso profilo basata sul concetto di riuso di materiali esistenti;

 

impatto ambientale, con la Cantina Bulgari di Alvisi Kirimoto + Partners, immersa nei vigneti della campagna senese e caratterizzata da strategie di sostenibilità ambientale, qualità ed efficienza per intercettare le condizioni ambientali ideali e le vedute sul paesaggio più suggestive.

 

Nell’immagine, vista del progetto di BIG per l’ArtA Cultural Centre di Arnhem. © BIG

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico