Paesaggio, esperienze internazionali a confronto

Si terrà a partire dal prossimo 29 marzo il ciclo di conferenze intitolato Il punto sul paesaggio organizzato da ACMA Centro di Architettura in collaborazione con Università Politecnica di Catalunya – Master in Architettura del Paesaggio. Gli incontri con alcuni paesaggisti, tra i principali interpreti delle più recenti esperienze internazionali costituirà un’occasione di confronto sulle tematiche sempre più attuali correlate al patrimonio comune paesaggistico.

 

Il paesaggio risulta sempre più essere tema d’attualità. Non solo perché la Convenzione Europea del Paesaggio sottoscritta oltre dieci anni fa a Firenze ha innescato nel nostro Paese una serie di norme di tutela e valorizzazione da parte degli enti pubblici ma perché ha costretto le università e gli ordini professionali a programmare nuove figure, a rivedere la cultura progettuale. Eppure la cultura stessa di un paese che enumera una invidiata densità di beni culturali nel territorio e una lunga storia di normative a loro tutela risulta paralizzata, pietrificata, di fronte alla sfida della modernità, alla proposta dello sviluppo e della relativa infrastrutturazione del territorio che gli attuali processi di globalizzazione impongono. L’iniziativa comprende una serie di incontri aperti al pubblico con alcuni paesaggisti, docenti del Master in Architettura del Paesaggio UPC-ACMA, interpreti delle principali esperienze internazionali: momento di scambio e confronto su tematiche sempre più attuali, non solo per tecnici e professionisti del settore ma anche per la crescita di una consapevolezza diffusa nella società che necessariamente condivide il patrimonio comune del paesaggio.

 

Calendario degli incontri
29 marzo 2012 | Michael Van Gessel (Amsterdam)
Michael van Gessel (Bandung, 1948), laureato in Architettura del Paesaggio presso l’Università di Agraria di Wageningen, ha collaborato per più di 25 anni presso lo studio Bakkker en Bleeker (B+B), che ha diretto dal 1991 al 1997. Dal 1997 esercita la propria attività come libero professionista in diversi ambiti dell’architettura del paesaggio, dai giardini privati alla pianificazione urbana. Tra i vari progetti, ha realizzato la riqualificazione del Vondel Park di Amsterdam, redatto il masterplan per il restauro del paesaggio circostante il Castello De Haar di Utrechtm, ha gestito l’integrazione nel tessuto urbano dei cortili interni del Ministero dell’Agricultura a L’Aia e la supervisione dello sviluppo urbano di un’antica area industriale dismessa nella zona nord di Maastricht. Tra i riconoscimenti internazionali: la selezione per il Premio europeo del paesaggio Rosa Barba della Biennale di Barcellona nel 2008, il premio Bijhouwer nei Paesi Bassi nel 2006, il primo premio nel concorso internazionale della città di Berlino per il progetto del Parco Hellersdorf nel 1994 (www.michaelvangessel.com).

 

10 maggio 2012 | Lisa Diedrich (Monaco) / Monika Gora (Malmö)
Lisa Babette Diedrich (Minden, Germania1965) ha studiato architettura e urbanistica a Parigi, Marsiglia e Stoccarda. Dal 1993 al 2000 è curatrice di Topos – European Landscape Magazine per Callwey Publishers in Germania. Dal 2000 al 2006 è consulente dell’architetto capo del dipartimento delle opere pubbliche della municipalità di Monaco di Baviera. Dal 2006 è caporedattore di Landscape Architecture Europe (Fieldwork/ On Site) e di ’scape the International magazine for landscape architecture and urbanism con le fondazioni LAE e Lijn in Landschap in Olanda. Ha tenuto corsi di teoria e architettura del paesaggio in diverse università europee; attualmente è ricercatrice presso l’Università di Copenaghen. Dalla primavera 2012 sarà docente di paesaggio nell’Università delle Scienze Agronome (SLU) a Malmö, Svezia (www.landscapearchitectureeurope.com | www.scapemagazine.com).
Monika Gora (Varsavia, 1959), laureata in architettura del paesaggio presso l’Università di Agricoltura in Svezia, ha intrapreso prolungati viaggi di studio e lavoro in Australia, Cina, Indonesia, Paesi Bassi, Nuova Zelanda e USA. Dal 1989 lavora come architetto del paesaggio e artista con il suo studio, GORA art&landscape. Dal 2004 al 2009 è membro dello Swedish National Council for Architecture, Form and Design. Nella sua attività ha sistematicamente scelto il suo percorso personale, ricercando con abilità, attraverso esperimenti e sfide, le differenti soluzioni progettuali. Il suo lavoro, che spesso combina architettura del paesaggio, arte pubblica ed edilizia, comprende opere permanenti e installazioni temporanee all’interno di ambienti esistenti. Alcuni dei suoi progetti contengono elementi provocatori ma sempre contribuiscono alla produzione di nuovi significati, spazi e memorie (www.gora.se).

 

24 maggio 2012 | Enric Batlle (Barcellona)
Enric Batlle (Barcellona, 1956), laureato in architettura presso L’ETSAB (Escuela Superior de Arquitectura de Barcelona), ha conseguito il dottorato nel 2002 con la tesi “El jardín de la Metrópoli”, recentemente pubblicata dalla casa editrice Gustavo Gili. Professore di urbanistica e architettura del paesaggio presso il DUOT (Departament d’Urbanisme i Ordenació del Territori) dell’ETSAV (Escuela Técnica Superior de Arquitectura del Vallés) e presso il Master in Architettura del Paesaggio della UPC (Universitat Politècnica de Catalunya), partecipa alla didattica di diversi corsi anche in altre università. Nel 1981 fonda con Joan Roig lo studio Batlle i Roig, Arquitectos, che ha sviluppato negli anni molti progetti di architettura, pianificazione e paesaggio, tra cui: il progetto per il Parco de Cataluña en Sabadell, il Parco Central de Sant Cugat del Vallés, la nuova sede del Real Automóvil Club de Cataluña e la nuova isola pedonale del centro della città di Amiens in Francia. Tra le opere realizzate si segnalano inoltre alcuni progetti legati alle pratiche sportive, in particolare il Polideportivo del Parque de la Ciutadella, la Ciudad Deportiva “Joan Gamper” del Futbol Club Barcelona, Sant Joan Despì e il Parque en el nudo viario de Trinitat a Barcellona. Molti lavori, pubblicati in diversi libri e riviste specializzate, hanno ottenuto riconoscimenti e prestigiosi premi (FAD, ADI-FAD, Antonio Camuñas, Andrea Palladio (www.batlleiroig.com).

 

SCHEDA EVENTO
Il punto sul paesaggio
Luogo
Fondazione Falciola/Camplus Rubattino
Via Caduti di Marcinelle 2
(Milano EST, zona nuovo quartiere Rubattino)
20134 Milano

 

Date
29 marzo, 10 maggio, 24 maggio 2012

 

Orario
ore 18.00

 

Partecipazione
Le conferenze, a ingresso libero, sono aperte al pubblico. Si richiede conferma di partecipazione via mail a: acma@acmaweb.com
o contattando telefonicamente la segreteria del Centro: 02 70639293

 

Organizzazione e coordinamento
ACMA Centro di Architettura in collaborazione con Università Politecnica di Catalunya – Master in Architettura del Paesaggio

 

Patrocini
Segretario Generale del Consiglio d’Europa, Mr Thorbjørn Jagland; Regione Lombardia, Territorio e urbanistica; Parco Agricolo Sud Milano, IN/ARCH; INU, AIAPP

 

Per ulteriori informazioni
www.acmaweb.com

 

Immagine © Guido Guidi 1974

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico