Paesaggio e Utopia, nuovi cicli di vita per il futuro di Roma

È aperta al pubblico fino al prossimo 14 ottobre, presso lo spazio espositivo “Gino Valle” del Cotonificio veneziano, la mostra Paesaggio e Utopia, organizzata dallo IUAV di Venezia in collaborazione con la Columbia University di New York e realizzata sotto la curatela di Giuseppe Caldarola e Marco Ferrari.

Leggi anche l’articolo sulla mostra Architettura Contemporanea in Svizzera, i nuovi musei e centri culturali

La mostra nasce come attività correlata al convegno internazionale RE-CYCLE ITALY, proposte di nuovi cicli di vita per il futuro delle città.

La mostra raccoglie gli esiti progettuali del workshop e dei laboratori attivati dall’Università IUAV e dalla Columbia University in occasione della partecipazione all’iniziativa “Roma 20-25. Nuovi cicli di vita della metropoli“. Nata su iniziativa di Giovanni Caudo, assessore alla Trasformazione Urbana del Comune di Roma, insieme a Fondazione MAXXI con MAXXI Architettura, questa iniziativa si è concretizzata in una mostra inauguratasi presso lo stesso MAXXI nel dicembre 2015 che ha coinvolto dodici università italiane e tredici internazionali per produrre letture, visioni e progetti per la Roma futura.

I lavori IUAV e Columbia University si sono concentrati su 2 quadranti periferici tra i 25 di dimensione 10 km x 10 km in cui è stato suddiviso il territorio metropolitano di Roma.

Tra insediamenti più o meno abusivi, grandi recinti specialistici, nastri e svincoli infrastrutturali, l’elemento unificante è rappresentato senza dubbio da un paesaggio caratterizzato dalla presenza imponente, ma passiva, delle forre e dei fondovalle. Luoghi, questi ultimi, tanto speciali quanto privi di una precisa strategia interpretativa e progettuale: di fatto altri resti tra i resti di una città spezzata.

Nel quadrante affidato all’Università IUAV, le forre e il fondovalle vengono ridisegnati dall’agricoltura e dalla possibilità di concentrare non solo le infrastrutture per i trasporti, ma anche quelle per la produzione, l’accumulo e il trasporto dell’energia e ancora quelle per la gestione e il riciclo dei rifiuti che quotidianamente la città produce.

Energia, rifiuti, risorse alimentari producono tre nuovi paesaggi che sono anche una stratigrafia dei grandi problemi del mondo contemporaneo. Questi nuovi paesaggi ridisegnano i vuoti, ma agiscono di fatto sui pieni, sui frammenti della città costruita, senza proporne improbabili e sempre insufficienti ricuciture, ma offrendo un nuovo orizzonte con cui la città dovrà, necessariamente, misurarsi.

Scarica QUI la locandina dell’evento

SCHEDA EVENTO
Paesaggio e utopia
Venezia + New York x Roma 20-25

Luogo
Spazio espositivo “Gino Valle”
Cotonificio veneziano
Dorsoduro 2196, Venezia

Periodo mostra
30 settembre – 14 ottobre 2016

Orari
dalle 9:00 alle 19:00

Per ulteriori informazioni
www.iuav.it

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico