Paesaggio e territorio. Progetti di gestione e valorizzazione

La Fondazione Fitzcarraldo con Landscapefor e la direzione scientifica di Paolo Castelnovi, organizza un corso di alta formazione dal titolo “Paesaggio Utile. Progetti di gestione di paesaggio” a partire dal mese di novembre 2011.

 

Oggi, a fronte delle critiche condizioni economiche, istituzionali e culturali, il “piacere di abitare” è un’esigenza ancora fondamentale, che anzi si va allargando: dalla città sta investendo il territorio, e va accumulando una grande domanda sempre più insoddisfatta. Si tratta di un mercato potenziale enorme, in cui occorrono investimenti di energie, intelligenza d’impresa e capacità d’invenzione per offrire il territorio come ingrediente basilare della qualità dell’abitare.
Esperimenti e buone pratiche in corso in Italia e in Europa dimostrano che attraverso interventi di valorizzazione del paesaggio è possibile ottenere effetti di marketing territoriale e dei prodotti individuando target anche locali (in particolare nell’hinterland di città medio-grandi). Sono strategie per lo più a basso costo, che ottengono risultati nel medio periodo, soprattutto potenziando le capacità di gestione di sistemi di fruizione e di qualificazione ambientale.
Il corso fa riferimento a tali buone pratiche e a una metodologia di riconoscimento delle risorse e delle attività di interesse, per formare una professionalità innovativa: agente facilitatore dell’attuazione di progetti paesistici, fondati su beni, interessi e attività che sono già presenti (ma poco coordinati) e indirizzati a un esito complessivo economicamente sostenibile.

 

Il corso si rivolge a professionisti, funzionari o giovani laureati che si vogliono mettere alla prova sul territorio, applicando il loro sapere settoriale a temi che comportano in modo integrato problematiche paesistiche, ambientali e dei beni culturali; o viceversa perché hanno già qualche competenza nella valorizzazione paesistica, ambientale o dei beni culturali, e si vogliono mettere alla prova nelle problematiche della gestione e della sostenibilità economica dei programmi e dei progetti.

 

Le prestazioni fondamentali che si vogliono ottenere dalla nuova professionalità sono:
capacità di progettazione ad hoc, dedicata alle specifiche situazioni, basata sulla interpretazione, valutazione e coordinamento delle risorse locali, umane e materiali, di interesse paesistico, culturale e ambientale, e dei processi trasformativi in corso;
capacità di managerialità gestionale per accompagnare il progetto nelle fasi realizzative, dal fundraising sino alla stabilizzazione operativa dei costi e dei benefici;
capacità di integrazione delle risorse locali e nell’area vasta, di comunicazione delle strategie e dei risultati, di coordinamento per la cooperazione tra gli attori pubblici e privati da coinvolgere nei programmi operativi.

 

Il corso è incentrato sullo sviluppo di un progetto operativo reale, specifico per ogni allievo, accompagnato da un tutor qualificato e concordato con un soggetto territoriale.
L’allievo presenta all’atto di iscrizione una propria ipotesi progettuale sottoscritta da un soggetto “committente” (enti locali, associazioni o fondazioni), che definisce il tema del progetto e assicura in parte o completamente i costi di iscrizione in forma di borsa. Ove non sia il coinvolgimento di un ente o associazione committente la domanda è vagliata da una commissione che individua le possibili sedi di progetto e le propone all’allievo.

 

Calendario
Il corso inizia il 23 novembre 2011 e termina a novembre 2012 e si suddivide in 12 moduli di 2, 3, 4 giorni, con cadenza mensile. Il calendario in dettaglio verrà comunicato entro settembre.
La sede principale è Torino. Le missioni si svolgono in altre sedi italiane o estere, scelte tra: Puglia, Umbria, Trentino, Provence Rhone-Alpes, Catalogna.
Per il lavoro individuale sul campo si prevedono 12 verifiche dei tutor.
Per i moduli didattici si prevedono:
– 5 seminari di una o due giornate su temi generali (sede: Torino);
– 6 seminari tecnici di una giornata sui metodi della conoscenza e dell’intervento (sede: Torino);
– 4 seminari per discutere di casi virtuosi di progetto o gestione (sede: Torino);
– 4 missioni (sedi italiane o estere).
Al termine del corso sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

 

Docenti
Il corso si avvale della direzione scientifica di Paolo Castelnovi – esperto nelle relazioni tra progetto, pianificazione per lo sviluppo locale e valorizzazione del paesaggio – che cura, oltre al quadro generale, il tutoraggio dei progetti, coadiuvato da esperti in progetti operativi nei settori dei beni culturali e del paesaggio.
I seminari generali sono organizzati in forma di convegno, aperto al pubblico, a cui partecipano esperti di livello internazionale nei temi specifici. I seminari tecnici e le esperienze relative alle buone pratiche sono tenuti da esperti operanti sul campo nelle diverse materie, che presentano le modalità di intervento, dei elaborazione dati e di gestione più avanzate a disposizione.
Tra i docenti che intervengono ai seminari generali: Alessandro Bollo, Luca Dal Pozzolo, Alberto Magnaghi, Oriol Nello, Joao Nunes, Ippolito Ostellino, Oriol Porcel, Fabio Renzi, Sergio Sbrili, Paola Vallaro.

 

Le iscrizioni devono pervenire via e-mail all’indirizzo training@fitzcarraldo.it entro il 31 ottobre 2011. Le ammissioni possono essere subordinate all’effettiva disponibilità di posti liberi (massimo 20). Il corso sarà attivato con un minimo di 12 allievi.

 

Sono disponibili borse di studio per l’accesso agevolato del valore di 3.000 € ciascuna, pari al 50% del costo complessivo del corso.
Per poter richiedere la borsa di accesso agevolato, i candidati devono presentare l’iscrizione con una propria ipotesi progettuale entro il 31 ottobre 2011.

 

Per maggiori informazioni
Annalisa Regis
Fondazione Fitzcarraldo onlus
Tel. 011 5683365
E-mail: training@fitzcarraldo.it
www.fitzcarraldo.it
artlab.fitzcarraldo.it
www.landscapefor.eu

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico