Paesaggio e patrimonio green, un concorso sulla gestione in Italia

Fondazione Italiana Accenture e Fondazione Collegio delle Università Milanesi, in partnership con FederlegnoArredo e Fondazione Univerde, lanciano Forest Skill, un concorso per raccogliere proposte progettuali, che premierà le due idee migliori con un finanziamento di 30.000 euro a progetto finalizzato alla loro realizzazione. Obiettivo è favorire lo sviluppo di competenze e know how e generare nuove opportunità di lavoro per i giovani in un settore in crescita, quale quello “verde”, attraverso l’uso intelligente del patrimonio boschivo italiano.

 

Possono partecipare al concorso tutti i laureati, italiani e stranieri, in un’Università italiana tra il 2005 e il 2010. Il concorso è aperto sia a singoli partecipanti che a gruppi dove almeno il capo progetto risponda ai requisiti richiesti. I progetti dovranno presentare delle caratteristiche di innovazione, sostenibilità ambientale, favorire la creazione di nuove opportunità di lavoro e consentire la graduale aggregazione di nuovi soggetti.
Il concorso si svolgerà su ideaTRE60, la piattaforma tecnologica, partecipativa e di networking creata dalla Fondazione Italiana Accenture e dedicata a promuovere e sviluppare iniziative di innovazione sociale.

 

L’obiettivo del concorso è di identificare delle soluzioni progettuali con forti caratteristiche di innovazione e originalità, ad alta sostenibilità ambientale, con finalità educative e ricaduta positiva sul sistema Paese, tese alla valorizzazione e allo sviluppo di competenze e know-how per la creazione di nuove opportunità di lavoro attraverso l’uso intelligente del patrimonio boschivo italiano.
I progetti da candidare quindi potranno tendere sia ad accrescere la funzione economica del bosco sia a migliorare quella di fornitore di servizi, o potranno interessare entrambi gli ambiti.

Le soluzioni progettuali possono avere ad oggetto differenti temi, ad esempio:
– produzione di beni: prodotti principali (legname) e prodotto secondari e/o accessori (risorse del sottobosco), nell’ottica di un utilizzo sostenibile soprattutto in rapporto alle popolazioni locali;
– potenziamento o recupero della funzione idrogeologica;
– recupero e valorizzazione della funzione rifugio e/o trofica per la fauna selvatica;
– recupero e ampliamento di “relitti” o “frammenti” di bosco;
– riconversione di boschi governati a ceduo in fustaie di pregio naturalistico;
– potenziamento e miglioramento della fruizione ricreativa, turistica, didattico-culturale, sportiva;
– potenziamento della funzione estetico-paesaggistica.

 

Questo concorso – dichiara Stefano Blanco, direttore generale della Fondazione Collegio delle Università milanesi – nasce dalla volontà di fornire a giovani studenti e ricercatori italiani non solo un’occasione concreta per sviluppare idee nuove ma anche i finanziamenti necessari per realizzarle. In particolare Forest Skill vuole valorizzare e promuovere i corsi di laurea scientifici, la ricerca e le professioni ad essi collegati potenziando un settore attualmente sofferente in Italia. Sono convinto inoltre che promuovere l’innovazione, per cui l’Italia si colloca ancora al 35° posto secondo il The global innovation Index 2011 dell’Insead, sia un modo per incrementare l’occupazione e per fornire un futuro ai giovani studenti di oggi”.

 

Forest Skill è il quarto concorso lanciato su ideaTRE60 nel corso del suo primo anno e mezzo di vita. I primi tre concorsi, dedicati alla valorizzazione del patrimonio alimentare italiano, alla rinascita e sviluppo tecnologico dell’Aquila e dell’intera Regione Abruzzo, e alla corretta conoscenza del disagio psichico, hanno registrato ampio consenso con oltre 400 idee progettuali raccolte.

 

La Fondazione Italiana Accenture non ha scopi di lucro e si propone esclusivamente di promuovere le più alte e significative esperienze e conoscenze sull’innovazione intesa come valore di ampio vantaggio per la collettività. Tema centrale delle attività della Fondazione è l’innovazione, intesa sia nelle sue articolazioni tecnologiche, scientifiche e manageriali, sia nel suo ruolo positivo, esplicabile a favore dello sviluppo economico, sociale e culturale. In via operativa, il perseguimento dei fini istituzionali della Fondazione è attuato anche attraverso il forte impegno nella ricerca di forme di networking con altre fondazioni, con istituzioni, imprese e organismi. La Fondazione, infatti, intende svolgere un ruolo di catalizzatore capace di aggregare sforzi, non solo economici ma anche intellettuali, di terze parti, a vantaggio di una maggiore incisività e di un più fattivo contributo ad una reale promozione dell’innovazione e delle sue applicazioni.
www.fondazioneaccenture.it

 

Per scaricare il bando e per presentare i progetti
http://ideatre60.it/node/10537

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico