Paesaggio e nuovi sistemi ecologici, al via Artlands Tour 2

Dopo il primo ciclo di incontri Artlands Tour #1, svoltosi lo scorso ottobre in presenza di esperti osservatori italiani, è adesso in calendario un nuovo e più ampio ciclo di interpretazioni e di esplorazioni delle nuove prospettive di paesaggio emergenti nella Piana Fiorentina, per opera del biologo Carlo Scoccianti.

 

Il successo di “Artlands. Verso nuove forme di costruzione del territorio” richiama l’attenzione di alcuni fra i più validi osservatori della cultura progettuale internazionale. Aaron Betsky, Pedro Gadanho, Beatrice Galilee, Richard Ingersoll, Sébastien Marot si aggiungono alla lista delle figure che si sono avvicinate all’opera del biologo Carlo Scoccianti, dedicata alla ricerca di nuove possibilità di paesaggio compatibili con le sensibilità e realtà del nostro tempo.

 

Ampie porzioni della pianura che si sviluppa a ovest della città di Firenze sono da anni oggetto di azioni volte a definire nuovi ambienti naturali, attraverso il recupero e la modificazione del territorio. A partire da zone banalizzate dall’agricoltura intensiva, da aree in abbandono, tra baracche, discariche illegali e appostamenti da caccia abusivi, si pongono le basi per la costruzione di luoghi nei quali la presenza dell’uomo e la definizione del paesaggio interpretano le rinnovate esigenze della natura e dei suoi abitanti.
L’attenzione di diversi interlocutori internazionali, osservatori di una cultura progettuale aperta al confronto con i temi ambientali e alla ricerca di nuove forme di estetica in rapporto al paesaggio, è stata richiamata dal lavoro del biologo Carlo Scoccianti, specialista del WWF nel campo della conservazione delle “zone umide”, dal 1996 autore di una serie di interventi di creazione di nuovi sistemi ecologici e coordinatore di un folto gruppo di persone accomunate dalla volontà di dare nuove prospettive di vita al territorio toscano.

 

A partire dal 5 aprile e fino al 31 maggio 2013 si svolgerà Artlands Tour #2, un programma di conferenze e di passeggiate (presso alcuni dei luoghi progettati da Carlo Scoccianti) che accompagnerà alla conoscenza e all’approfondimento delle nuove proposte di paesaggio suggerite dagli interventi realizzati nella Piana Fiorentina.
Letture e interpretazioni che contribuiscano allo sviluppo di questa esperienza toscana e al suo confronto con iniziative in corso in altri regioni del pianeta sono attese da Pedro Gadanho, curatore del settore architettura del MoMA di New York, Beatrice Galilee, curatrice londinese, che dopo avere guidato importanti esposizioni tra arte e architettura è oggi impegnata nella direzione della Triennale di Lisbona, Richard Ingersoll, storico dell’architettura, sensibile ai temi ambientali e residente in Toscana da molti anni, Sébastien Marot studioso francese di paesaggio e Aaron Betsky, già direttore di una Mostra internazionale di architettura della Biennale di Venezia che nel 2010 incoraggiava l’architettura a guardare “oltre il costruito” e oggi direttore del Cincinnati Art Museum.

 

Ciascuna conferenza si conclude in forma di discussione attraverso la partecipazione di figure già vicine al progetto Artlands. Pietro Valle (architetto e critico), Marco Brizzi (direttore di Image), Alberto Pizzati Caiani (direttore di Triennale VisionLab), Roberto Zancan (vicedirettore della rivista “Domus”), Marco Gamannossi (Provincia di Firenze), Gianni Pettena (architetto, artista e storico dell’architettura).

 

Scarica il programma completo delle conferenze

 

L’insieme delle letture raccolte e delle relazioni avvenute nelle nuove zone umide della Piana Fiorentina costituirà la materia prima per una ricognizione sui risultati generali dell’indagine promossa dal programma Artlands, che saranno presentati al Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato e quindi offerti alla comunità internazionale insieme all’invito al confronto sulle nuove forme di paesaggio emerse dalla rinnovata consapevolezza ambientale. Il fotografo Peppe Maisto ha in corso un progetto di documentazione e di interpretazione di questi paesaggi che sono improvvisamente tornati a rivivere in questa pianura.

 

SCHEDA EVENTO

 

Artlands Tour #2

 

Luogo conferenze
Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato
viale della Repubblica 277, Prato

 

Date
19 aprile, 10 maggio, 17 maggio, 31 maggio 2013

 

Promosso dal WWF, ente gestore di questo sistema di nuovi luoghi, Artlands è realizzato in collaborazione con la Regione Toscana, la Provincia di Firenze, i Comuni di Campi Bisenzio e Lastra a Signa, l’Università degli Studi di Firenze, il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato, il Consorzio di Bonifica Ombrone Pistoiese – Bisenzio, il Consorzio di Bonifica della Toscana Centrale, il Consorzio di Bonifica Area Fiorentina, Quadrifoglio, L’Isola dei Renai, Publiacqua (che insistono o hanno operato sulle zone coinvolte) ed è organizzato da Image.

 

Per ulteriori informazioni
www.artlands.net

 

Nell’immagine, Lanciare un primo sasso, S. Angelo a Lecore, Campi Bisenzio, Firenze. Foto di Carlo Scoccianti

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico