Paesaggio e architettura bioclimatica, ‘La Grajera’ di Virai Arquitectos

Il progetto della Bodega Institucional La Grajera, a ovest della città di Logroño, a pochi metri dal cammino di Santiago, ad opera dello studio Virai Arquitectos, cerca un equilibrio tra il suo carattere rappresentativo e la sua vocazione di integrarsi nel paesaggio; l’attenzione alla sostenibilità si concretizza attraverso soluzioni che puntano a minimizzare l’impatto ambientale dell’edificio, come la grande copertura vegetale che accompagna il susseguirsi delle stagioni e ridisegna il profilo della collina sulla quale si appoggia, e utilizzando soluzioni bioclimatiche semplici proprie delle tecnologie costruttive locali.

 

I volumi si adattano alle deformazioni del terreno e si interrompono avvicinandosi al bosco, rispettando la vegetazione esistente. Un grande basamento seminterrato di pietra arenaria, che ospita la zona di produzione della cantina, si piega e sale, convertendosi da elemento dell’edificio a elemento del paesaggio.
Sopra questo basamento è collocata l’area istituzionale della cantina, che si materializza in un corpo leggero e allungato, di vetro e ceramica scura. Il profilo irregolare di questo corpo si adatta al confine del bosco e nello stesso tempo si apre verso il paesaggio.
Il percorso all’interno dell’edificio crea una sorta di climax verso la zona di produzione del vino: lasciando il vigneto, il paesaggio e la luce, si entra poco a poco in un mondo sotterraneo, di oscurità, quiete e frescura.

 

Le zone abitabili si dispongono a sud, proteggendo le aree di produzione e di fermentazione che rimangono interrate e coperte dalla collina, sfruttando la maggiore inerzia termica del terreno e riducendo il bisogno di climatizzazione. Il manto vegetale della copertura ne aumenta l’isolamento termico.
Le zone vetrate del padiglione istituzionale sono protette a sud da gelosie in ceramica e aggetti che aumentano la protezione solare in estate, garantendo però l’apporto solare in inverno.
Al fine di rendere visivamente omogenee le parti opache della facciata con quelle trasparenti delle gelosie, è stato studiato per le facciate del padiglione istituzionale uno speciale elemento di ceramica con parti in rilievo aventi lo stesso ritmo e dimensione degli elementi della gelosia. La forma di tale elemento definisce così dei condotti che aumentano la circolazione dell’aria nella facciata ventilata, migliorandone l’isolamento termico.
Il basamento seminterrato è realizzato con la pietra arenaria locale, con lo scopo di incrementare l’inerzia termica dell’edificazione.
L’orientamento e la sezione della cantina garantiscono la ventilazione naturale dell’edificio e la differenza di quota facilita il movimento del mosto e del vino per gravità, secondo la tradizionale maniera riojana, riducendo il bisogno di pompaggio.
Il progetto utilizza energia geotermica al 100% per la climatizzazione dei due edifici e per il processo di elaborazione e creazione del vino.

 

Il progetto è tra i partecipanti alla nona edizione del Premio Internazionale Architettura Sostenibile, la cui cerimonia di premiazione si è tenuta lo scorso 25 giugno 2012 presso la Facoltà di Architettura di Ferrara.

 

SCHEDA PROGETTO

 

Bodega Institucional La Grajera

 

Localizzazione
Logroño, La Rioja, Spagna

 

Committente
Consejería de Agricultura, Ganadería y Desarrollo Rural
Gobierno de La Rioja

 

Gruppo Concorso
Marta Parra (Architetto, Capogruppo), Jesús Aramendía (Ingegnere Agronomo, Capogruppo); Laila Arias, Juan Manuel Herranz, Federico Wulff (Architetti)

 

Progetto Esecutivo
Marta Parra, Juan Manuel Herranz, Laila Arias, Federico Wulff, Jorge Garrudo, Christian Alvarez y Rodrigo Aragón, (Architetti), Guillermo Lacarra, Jesús Aramendía (Ingegneri Agronomi)

 

Direzione lavori
Juan Manuel Herranz, Marta Parra, Stepan Martinovsky (Architetti), Guillermo Lacarra, Jesús Ilarraza (Ingegneri), Amaia Martinez (Quantity Surveyor)

Cronologia
concorso: 2000 – Primo Premio
progetto: 2004-2007
realizzazione: 2009- 2011

 

Per ulteriori informazioni
www.viraiarquitectos.es

 

Nell’immagine di apertura, Bodega Institucional La Grajera, Logroño, Virai Arquitectos. Vista del basamento seminterrato in pietra arenaria. Foto © Virai Arquitectos

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico