Paesaggio contemporaneo, a Treviso Naturale inclinazione

Fondazione Benetton Studi Ricerche propone per il mese di settembre Naturale inclinazione, un ciclo di incontri dedicati al pensare e al fare giardino nel mondo contemporaneo. Un invito a riflettere su un “nuovo” modo di rapportarsi con la natura e sulle diverse sensibilità e attitudini di cura dei luoghi che sempre più, come le piante di un giardino in movimento, si espandono, occupano spazi, colorano il grigio delle periferie, mettono radici nelle città e nei frammenti ancora esistenti di campagna.

Curata da Simonetta Zanon (paesaggista, Fondazione Benetton) e organizzata negli spazi Bomben a Treviso nelle giornate di mercoledì 16, 23 e 30 settembre, questa iniziativa vuole assecondare e alimentare la naturale inclinazione che appare sempre più diffusa e coinvolge tutti quelli che si sentono abitanti attivi del “giardino planetario”, bene comune da custodire e trasmettere alle generazioni future.

Il ciclo di incontri è dedicato a Ippolito Pizzetti (1926-2007), figura luminosa di studioso e progettista del paesaggio e del giardino, uomo di cultura e di natura, imprescindibile e costante punto di riferimento del lavoro della Fondazione su questi temi.

Il programma si apre mercoledì 16 settembre alle ore 18 con l’incontro pubblico Il giardino perduto. Marco Martella, storico dei giardini che vive e lavora a Parigi, dove ha fondato la rivista «Jardins», indaga il giardino come ultimo rifugio della spiritualità e della poesia, ultima frontiera al di qua dell’alienazione ma anche ultima utopia, pratica e tangibile. La riflessione parte dalle parole del volume E il giardino creò l’uomo di Jorn de Précy (Ponte alle Grazie, 2012), curato dallo stesso Martella.

La giornata di mercoledì 23 settembre si apre alle ore 15.30 con Boschi alla porta di casa, seminario a invito con Fabio Salbitano (docente di Ecologia del paesaggio e di Selvicoltura urbana presso l’Università di Firenze), attraverso il quale si vogliono esplorare metodi e strumenti di pianificazione, progettazione e gestione forestale e del paesaggio basati sulla partecipazione consapevole delle comunità locali. In Italia più di due terzi della popolazione vive in ambienti definiti urbani dove l’importanza di boschi e spazi verdi, nelle città e nelle loro immediate vicinanze, è fondamentale.

Alle ore 21 segue la proiezione del film L’uomo che piantava gli alberi di Frédéric Back (Canada, 1987, 42’); tratto dal racconto di Jean Giono, Premio Oscar come miglior film di animazione, con voce narrante di Philippe Noiret nella versione originale e di Toni Servillo in quella italiana (2008), il film sarà presentato da Giuseppe Barbera e Luciano Morbiato (esperto di storia del cinema, Padova).

Il programma si chiude mercoledì 30 settembre alle ore 21 con la proiezione del film Città del Cavolo. Orti comunitari a Milano e Berlino di Paola Longo e Salvatore Laforgia (Italia, 2014, durata 68’). Realizzato con la collaborazione di Guido Larcher e Inge Pett, il documentario mette a confronto i giardini comunitari di Milano e Berlino per raccontare e promuovere esperienze di sviluppo del territorio urbano pensate e realizzate dal basso, grazie all’impegno di gruppi di cittadini desiderosi di rianimare il grigiore della città e di riconquistarne gli spazi vuoti.

Gli orti comunitari sono veri e propri laboratori sociali, basati su nuovi comportamenti e attitudini culturali e sul semplice e convincente principio del “do it yourself”. Il documentario contiene interessanti interviste a attivisti, paesaggisti, architetti, sociologi, politici e amministratori che si confrontano sul tema della natura urbana. Presentazione e commento saranno a cura degli autori Paola Longo e Salvatore Laforgia.

Naturale inclinazione è un’iniziativa della Fondazione Benetton Studi Ricerche a cura di Simonetta Zanon. Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero, ad eccezione del seminario a invito in programma il pomeriggio del 23 settembre.

Programma degli eventi e ulteriori informazioni
Fondazione Benetton Studi Ricerche
via Cornarotta 7-9, Treviso
Tel. 0422.5121
E-mail: fbsr@fbsr.it
www.fbsr.it

Nell’immagine, orto comunitario a Berlino. Foto © Michela Pasquali

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico