Ordine Architetti Varese, due serate per il Premio Architettura under 40

I vincitori della terza edizione della “Rassegna lombarda di architettura under 40. Nuove proposte di architettura”, proclamati alla fine del mese di settembre, saranno i protagonisti di due serate, il 15 e il 29 novembre, nella sede dell’Ordine degli Architetti di Varese (via Gradisca, 4). L’edizione 2011 del premio dedicato alla valorizzazione dei giovani progettisti lombardi, vede tra i menzionati anche un giovane architetto varesino anzi, una giovane professionista varesina per la precisione. Si tratta di Giovanna Parola con la sua “Casa unifamiliare a Cocquio Trevisago” per la categoria “Nuove costruzioni”.

 

La giuria della terza edizione del premio, composta da Manuel Aires Mateus, Emilio Caravatti, Luca Molinari, Paola Pierotti e Umberto Riva, ha selezionato i progetti vincitori tra 52 opere proposte di giovani architetti iscritti agli ordini della Regione Lombardia per le categorie “Nuove Costruzioni”, “Ristrutturazioni”, “Interni” e “Spazi Pubblici e Paesaggio”.

 

I progetti vincitori
Vincitore della categoria “Nuove Costruzioni”
Riqualificazione architettonica e urbanistica di Piazza Unità d’Italia, località Tirano, Sondrio, arch. Daniele Vanotti e Marco Ghilotti (Ordine A.P.P.C. di Sondrio).
La giuria ha apprezzato la qualità compositiva e costruttiva del padiglione e il disegno complessivo dello spazio pubblico in rapporto al centro di Tirano e alle montagne circostanti.

 

Menzioni
Casa unifamiliare a Cocquio Trevisago, arch. Giovanna Parola
Case del custode a Caglio, arch. Carlotta Torricelli, Sara Riboldi, Federica Granata

 

Vincitore della categoria “Ristrutturazioni”
Ristrutturazione e recupero sottotetto edificio in via Zenale 3, Milano, arch. Filippo Taidelli (Ordine A.P.P.C. di Milano).
La giuria ha apprezzato la capacità dell’edificio di inserirsi con attenzione all’interno di un paesaggio urbano denso e complesso. La misura, le proporzioni e la scelta dei materiali rendono questo intervento interessante per l’inserimento all’interno del tessuto urbano consolidato.

 

Menzioni
La scala dei chiostri al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano, arch. Luca Cippelletti
Addizione del volume sagrestia, realizzazione dell’ancona e ricomposizione degli spazi interni dell’Oratorio della Confraternita delle Quarant’ore, Villimpenta, Mantova, arch. Filippo Mantovani, Elena Bellini.

 

Vincitori ex aequo della categoria “Interni”
Social Noise a Milano, arch. Alberto Pottenghi, Mariana Fernandes Sendas, Mattia Alfieri, Martina Baratta (Ordine A.P.P.C. di Mantova);ù
Biblioteca dell’arte, MAXXI, Roma, Ghigos Ideas (Ordine A.P.P.C. di Monza e Brianza).
Entrambi i progetti sono accomunati da un forte senso di precarietà, limitatezza delle risorse e leggerezza che risponde a una condizione fortemente contemporanea interpretata con intelligenza dai progettisti.

 

Vincitore della categoria “Spazi Pubblici e Paesaggio”
Riqualificazione di Piazza Garibaldi, Zogno, Bergamo, arch. Marianna Paola Vanoni (Ordine A.P.P.C. di Bergamo).
La giuria ha apprezzato la correttezza e la semplicità dell’intervento, che non si impone al luogo ma che lo rende facilmente vivibile.

 

Nel corso della serata del 15 novembre sono previsti gli interventi dei cinque gruppi premiati per ciascuna categoria.

 

Nell’immagine di apertura, Riqualificazione architettonica e urbanistica di Piazza Unità d’Italia, Tirano, Sondrio, arch. Daniele Vanotti e Marco Ghilotti, progetto vincitore per la categoria “Nuove Costruzioni” (Fonte: architettilombardia.com)

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico