OPEN STUDIOS

La Fondazione Bevilacqua La Masa continua da oltre un secolo a perseguire lo scopo per la quale era stata concepita dalla sua fondatrice, la duchessa Felicita Bevilacqua La Masa, la quale destinò la personale residenza di Ca’ Pesaro alla promozione dell’arte giovane a Venezia.

 

Dal 2008 la Fondazione dispone di 12 atelier e 2 residenze per artisti, che gestisce cercando di seguire i più aggiornati programmi internazionali per artists-inresidence. La città di Venezia resta infatti una meta ambita e un luogo in cui gli artisti sono felici di passare lunghi periodi della loro formazione, se solo la città mette a loro disposizione il modo di farlo. Nel 2006 sono stati quindi acquisiti cinque atelier nel Complesso SS. Cosma e Damiano, nell’Isola della Giudecca, e nel 2008 sono stati restituiti, dopo un lungo restauro, i sette atelier e le due foresterie a Palazzo Carminati, dove vengono ospitati artisti, curatori e galleristi che periodicamente vengono invitati dalla Fondazione a condurre degli studio visits. È all’interno di queste due foresterie, panoramicamente affacciate sui tetti di Venezia, che si terrà la nuova edizione di OPEN STUDIOS.

 

Fino al 26 settembre 2010, i giovani artisti degli atelier utilizzeranno questi spazi presentando al loro interno i lavori pensati e realizzati in occasione della 12. Biennale di Architettura “People meet in Architecture”.
La sfida è duplice: da un lato si dovranno confrontare con uno spazio solitamente utilizzato come ambiente domestico, allestendo un’esposizione di opere eterogenee, realizzate con diversi linguaggi artistici e con tecniche che contraddistinguono il lavoro di ognuno. Dall’altro lavoreranno con alcuni temi connessi all’architettura, suggestione dominante per la concomitante presenza della Biennale veneziana.
Le loro proposte contestualizzate nel “domestico” presenteranno installazioni mimetizzate, ricerche, allestimenti di progetti per interventi urbani, opere relazionali discrete. In questo senso la libertà di azione sul tema dell’architettura, accostata alla ristrettezza delle possibilità espositive e alla connotazione particolare degli spazi dove si collocheranno le opere, costituiscono il contesto provocatorio e stimolante con il quale gli artisti degli studi sono chiamati a cimentarsi.
La mostra è a cura di Stefano Coletto e Chiara Casarin.

 

 

SCHEDA EVENTO

Open Studios

 

Curatori
Stefano Coletto, Chiara Casarin 

Artisti
Ivana Bukovac, Antonio Cataldo, T-Yong Chung, Nicolò Degiorgis, Roberto De Pol, Francesco Fonassi, Alessandro Laita e Chiaralice Rizzi, Diego Marcon, Caterina Rossato, Giulio Squillacciotti, Sara Francesca Tirelli, Unità di Crisi 

Periodo
dal 27 agosto al 26 settembre 2010 

Luogo
Atelier Fondazione Bevilacqua La Masa
Palazzo Carminati, Foresterie
Santa Croce 1882/a (San Stae), Venezia 

Orario
da mercoledì a domenica 14.00 – 19.00 | lunedì e martedì chiuso
Ingresso gratuito

 

Informazioni
Fondazione Bevilacqua La Masa
Palazzetto Tito | Dorsoduro 2826, 30123 Venezia
Tel. +39 041 5207797
www.bevilacqualamasa.it 

Ufficio stampa
Fondazione Bevilacqua La Masa
Giorgia Gallina | Relazioni Esterne
press@bevilacqualamasa.it
Studio Pesci di Federico Palazzoli
Via San Vitale 27, 40125 Bologna
Tel. +39 051 269267
info@studiopesci.it
www.studiopesci.it

 

 

Nell’immagine, Fondazione Bevilacqua La Masa, Atelier Complesso SS. Cosma e Damiano, Isola della Giudecca, Venezia

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico