Omaggio al modernismo brasiliano, Villa Cobogò di studio MK27

A San Paolo la calda luce brasiliana delinea l’architettura di Villa Cobogò, opera dell’architetto Marcio Kogan (studio MK27), che con due semplici volumi lineari è riuscito a creare un’atmosfera unica utilizzando come elemento di facciata il cobogò, una gelosia che lascia filtrare la luce permettendo la ventilazione dell’ambiente retrostante.

 

Il cobogò è un elemento architettonico molto diffuso in Brasile, grazie all’opera di Lucio Costa e Oscar Niemeyer, in questo caso reinterpretato dal talento creativo di Erwin Hauer, artista austro-americano che dal 1950 disegna pareti scultoree ispirate al tradizionale mashrabiya arabo.


Luce e ombra disegnano lo spazio interno, modificandone la percezione nel corso dell’anno, assumendo forme diverse, trasformandosi ancora una volta di notte, in un processo di metamorfosi continua.

 

I volumi puri dell’architettura acquistano vitalità grazie alla texture ondulata e scavata degli elementi disegnati da Erwin Hauer, realizzati in stucco bianco, legno e cemento, che caratterizzano interamente l’ultimo piano circondato da una grande terrazza-giardino.

 

Il cobogò non è solo un elemento formale ed estetico ma rappresenta il manifesto dell’attenzione alla sostenibilità dell’edificio che il progettista ha declinato non solo attraverso il controllo degli apporti solari e della ventilazione naturale, ma anche tramite alcuni accorgimenti per il recupero e la riduzione dei consumi dell’acqua, nonché l’impiego di alcuni materiali riciclati o non inquinanti.

 

Al piano terra il soggiorno è collegato direttamente con il giardino, in cui una piccola piscina artificiale viene mantenuta pulita attraverso l’uso di pesci e piante, senza l’utilizzo di prodotti chimici.

 

Villa Cobogò è al tempo stesso un omaggio all’architettura modernista brasiliana ed un esempio di sensibilità contemporanea alla sostenibilità del costruire.


a cura di Simona Ferrioli


SCHEDA PROGETTO
Villa Cobogò


Luogo
San Paolo, Brasile


Progettisti
Studio MK27
Marcio Kogan


Collaboratori
Carolina Castroviejo, Eduardo Chalabi, Diana Radomysler


Cronologia
2008- 2011


Per ulteriori informazioni
www.marciokogan.com.br

 

 

Nell’immagine di apertura, vista di dettaglio della facciata cobogò. Foto © Nelson Kon

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico