Oggetti sonori. La dimensione invisibile del design

Prosegue fino al 17 maggio 2009, presso Triennale Design Museum, la mostra “Oggetti sonori. La dimensione invisibile del design”, a cura di Marco Ferreri e Patrizia Scarsella.

Attraverso un allestimento multimediale la mostra esplora, per la prima volta in modo sistematico, la dimensione sonora degli oggetti e il ruolo esclusivo dei suoni nell’identificazione di prodotti e marche. L’obiettivo è il riconoscimento dell’importanza del design del suono nel progetto degli oggetti della quotidianità. Il design interviene sul suono dei prodotti facendolo diventare elemento fondante del progetto e della sua identità attraverso quattro tipologie acustiche.

 

La mostra passa in rassegna diverse tipologie di suoni: da quello intrinseco alla natura degli oggetti, come forbici o accendini, al suono inventato, come quello degli strumenti elettronici o la voce dei navigatori satellitari delle auto, dal suono che esplicita il funzionamento dell’oggetto, come il “tic tac” dell’orologio o il “click” della macchina fotografica, a quello di attenzione e interazione, come la sveglia o il fischio del bollitore.
Il suono che gli oggetti della quotidianità producono costituisce quella che può essere definita “la dimensione invisibile del design”, elemento che è sempre più parte integrante
della progettazione, contribuendo a modificarne le modalità.
Il valore della sonorità è stato ridefinito e quelli che potevano essere considerati semplici “rumori” prodotti dagli oggetti sono stati rivalutati, conferendo ad essi la dignità di “suoni”.
Nella progettazione, da un lato, si assiste alla creazione di una identità sonora ex novo per
oggetti tecnologici di moderna concezione (come per esempio i jingle di accensione di computer e cellulari), dall’altro vengono assegnati vecchi suoni a oggetti che sono l’evoluzione digitale di tecnologie predigitali (come il “click” prodotto dalle macchine
digitali, oppure il “drin” emesso dai telefoni cellulari).
La mostra vuole essere l’inizio di una mappatura più ampia e articolata dei diversi approcci e visioni progettuali del suono, allargando la ricerca a un pubblico più vasto e avvalendosi del contributo di tutti coloro che stanno lavorando intorno a questo tema, rendendola così una mostra aperta, un work in progress in continuo divenire.

 

Grande festa di apertura delle mostre in occasione della settimana del Salone del Mobile 2009.

Mercoledì 22 aprile 2009 alle 19.00 la Triennale di Milano inaugura le sue mostre in occasione della settimana del Salone del Mobile.
Dal 22 al 27 aprile la Triennale di Milano e Triennale Design Museum saranno aperti tutti i giorni fino alle 22.00 con le mostre, il Bookstore e il Triennale DesignCafé. Per l’occasione riapre anche il Triennale DesignCafé all’aperto.

 

SCHEDA EVENTO

Oggetti sonori
La dimensione invisibile del design
MINI & Triennale CreativeSet
Triennale Design Museum
18 aprile – 17 maggio 2009
A cura di Marco Ferreri e Patrizia Scarsella

Allestimento: Marco Ferreri
Catalogo a cura di: Patrizia Scarzella
Testi di: Jenny Stein, Massimiliano Zampini, Fabio Angelini
Hanno collaborato: Tommaso Benedetto, Antonio Caruso, Paolo Gnocchi, Daniela Maurer, Benedetta Medici
Guida sonora: Lorenzo Palmieri
Catalogo: Electa
Orario: martedì-domenica 10.30-20.30/giovedì 10.30-23.00
Orari dal 22 al 27 aprile: 10.30-22.00
Ingresso: 8/6/5 euro con il biglietto del Triennale Design Museum

Triennale Design Museum
viale Alemagna 6
tel.  02 724341 
fax 02 89010693
triennaledesignmuseum.it

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico