Obiettivo qualità architettonica. Edificio residenziale VC1 a Cesena, tissellistudioarchitetti

L’architettura non si limita all’atto progettuale ma si conclude nella realizzazione dell’opera, e questo avviene necessariamente non prima di avere attraversato le forche caudine delle amministrazioni e degli enti che gravitano attorno al processo edilizio. La complessità dei rapporti e dei compromessi che possono esserci a monte di una produzione architettonica non può però giustificare scarsità dell’impegno progettuale e/o la totale sottomissione alle richieste di imprenditori e compratori: il sistema che va dalla progettazione alla realizzazione dell’opera è sempre e comunque un “atto sociale”, condiviso, e in questo va riconosciuta la responsabilità dell’architettura, a tutte le scale e in ogni contesto.

In questo caso, il progetto prevedeva la realizzazione di un fabbricato a destinazione residenziale all’interno di un lotto inedificato e non raggiunto dai servizi infrastrutturali pubblici, quali strade, illuminazione, fognature, ecc.
Ci si trova a gestire un’area di notevoli dimensioni all’interno della quale è stato necessario organizzare, su dettato della pubblica amministrazione, tutto il sistema delle opere pubbliche che sarebbe poi andato a servizio dell’edificato vero e proprio: la strada di accesso al fabbricato corre lungo due lati del perimetro quadrangolare del lotto conducendo le vetture all’area predisposta a parcheggio scoperto, e un’ampia zona verde fronteggia le residenze.
Il tutto è a servizio di un edificio dotato anche di parcheggi interrati e che si sviluppa poi su tre livelli fuori terra: otto appartamenti equamente suddivisi nei primi due piani e un unico appartamento con sottotetto di pertinenza.

Al di là di una mera descrizione funzionale dell’intervento, il perno dell’azione è ancora la volontà di riconfermare la qualità architettonica ai vertici direzionali dell’intervento edilizio, rifiutando l’omologazione alla rassicurante e anonima morfologia del costruito circostante.
Le classiche e consolidate funzioni del residenziale sono racchiuse all’interno di una “scatola” che non rifiuta l’archetipo del volume parallelepipedo, ma pure nella tensione della ricerca progettuale “prende vita” e ruota lungo un asse parallelo al suolo quasi a voler sollevare da terra lo sguardo del suo fronte più rappresentativo. Pulizia e compattezza dei prospetti sono obiettivi sempre perseguiti, e felicemente raggiunti nell’adozione di un linguaggio semplice e immediato, particolarmente evidente nell’impostazione del prospetto principale: ampie balconate si estendono per tutta la lunghezza del fronte, ma un unico segno grafico coordina la complessità del sistema-prospetto delle aperture sintetizzando i singoli elementi in un unico motivo dominante, nel profilo identificativo dell’intero organismo architettonico.
L’elemento grafico cui è stata affidata la gestione dei prospetti non rende mai meno leggibile la grande scatola ruotata: la bicromia degli intonaci lascia risaltare il bianco dell’involucro sul grigio delle superfici arretrate, contribuendo a sottolineare le linee guida della morfologia dell’intervento.

 

tissellistudioarchitetti viene fondato a Cesena nel 1998 dall’architetto Filippo Tisselli (1967), cui si affianca nel 2001 l’architetto Cinzia Mondello (1969). Insieme hanno partecipato a diversi concorsi nazionali e internazionali segnalandosi in EUROPAN 6. Collabora con lo studio dal 2007 l’architetto Flavia Benigni (1979).
Nel corso degli anni i vari lavori hanno investito principalmente i campi dell’edilizia residenziale, dell’architettura d’interni e del design.
Lavorando nel/per il territorio, lo studio si propone oggi come una realtà locale affermata, che mantiene nella sua organizzazione interna le modeste dimensioni tipiche della struttura di provincia. Una caratteristica importante, che è alla base della possibilità/necessità di occuparsi “dall’interno” di tutte le fase del processo edilizio, da quella ideativo-progettuale a quella del cantiere, dal progetto alla sua realizzazione.
Alla fase del progetto viene ogni volta riconosciuto il ruolo protagonista: in esso convergono le esperienze maturate e vissute, lo studio del linguaggio, la ricerca di tecnologie e materiali, la cura del dettaglio esecutivo. Da tradurre poi sempre nell’applicazione delle normative, nella rispondenza alle aspettative della committenza, nelle problematiche di cantiere.
Un piccolo studio a tuttotondo teso allo sforzo di aprire alla provincia  il panorama dell’architettura internazionale.

 

Altre immagini del progetto

 

SCHEDA PROGETTO

VC1 – progetto di nuovo edificio residenziale plurifamiliare

Localizzazione
Cesena (Forlì-Cesena)

Progettazione
Tissellistudioarchitetti

Gruppo di progettazione
architetto Filippo Tisselli
architetto Cinzia Mondello
architetto Filippo Tombaccini

Collaboratori
architetto Flavia Benigni
architetto Elena Fantoni

 

Committente
Impresa edile R.F.T. s.n.c.
di Carlo Proetto & c.

Direzione lavori
Filippo Tisselli architetto
Cinzia Mondello architetto
Filippo Tombaccini architetto

Impresa esecutrice
Impresa edile R.F.T.

Strutture
Patrizio Bernabini ingegnere

 

Materiali principali
struttura: cemento armato
manto di copertura: zinco titanio
controsoffitto: cartongesso
pavimenti interni: rovere e marmo biancone
pavimentazioni esterne: piastrelle di ceramica

Dati dimensionali
superficie fondiaria complessiva: 3.492 mq
superficie lotto edificabile: 827 mq
superficie utile lorda: 661 mq

Cronologia
progetto: 2005
realizzazione: 2006-2008

 

Info
tissellistudioarchitetti
studio di progettazione
corso garibaldi 83/85 47023 Cesena (Forlì-Cesena)
tel 0547 23024
fax 0547 366169
info@tissellistudio.com                                              
www.tissellistudio.com

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico