Obbligo assicurazione professionale, in arrivo nuove convenzioni per gli Architetti

La procedura di negoziazione di convenzioni collettive per l’assicurazione professionale obbligatoria da parte del Consiglio nazionale degli Architetti si è conclusa con la selezione delle condizioni di polizza offerte da due Compagnie assicurative scelte in base alle “linee guida” predisposte dal CNAPPC e all’avviso pubblico.
Ma non finisce qui. Per consentire agli iscritti un’ampia possibilità di scelta, il CNAPPC, sempre per negoziare convenzioni collettive per l’assicurazione professionale obbligatoria a carattere non esclusivo, ha indetto una nuova procedura.

 

L’assicurazione professionale è obbligatoria dal 15 agosto 2013. Il Cnappc aveva già stipulato due convenzioni: leggi Obbligo assicurazione professionale, ecco le convenzioni per gli Architetti.

 

A tutte le compagnie di assicurazioni interessate presenti sul mercato è consentita l’adesione. Unici vincoli quelli definiti con il Disciplinare e relativi allegati (che si possono scaricare di seguito), che definiscono i requisiti e le condizioni: le Compagnie dovranno assicurare il rispetto di tali requisiti, proponendo condizioni migliorative in modo da garantire il massimo confronto concorrenziale.

 

L’obbligo di assicurazione professionale deve essere una sorta di ombrello protettivo per il Professionista contro i rischi che si possono correre nella pratica della Professione stessa. Molte sono state le polemiche in seguito all’entrata in vigore delle novità normative che prevedono tale obbligo, cioè l’art. 3 comma 5 della Legge 14 settembre 2011 n. 148 e l’art. 5 comma 1 del DPR 7 agosto 2012 n. 137. L’accusa principale al Governo/ai Governi è stata quella di fare un favore alle Assicurazioni, incrementando il loro business: oltre alle altre spese, e sono molte, il Professionista deve sobbarcarsi anche questa. Si è discusso parecchio, infatti, anche sulla proroga, fino al momento in cui tale obbligo è entrato definitivamente in vigore (leggi Decreto del Fare, ecco il testo che ha avuto la fiducia senza proroga dell’assicurazione professionale). Il Cnappc ha iniziato a cercare convenzioni in luglio.

 

La proposta di polizza assicurativa, da presentarsi mediante un contratto assicurativo da proporre agli iscritti, coerente con le Linee Guida del CNAPPC, dovrà essere inviata a:


CNAPPC
Polizza per responsabilità civile professionale architetti – Seconda convenzione Cnappc
Via S. Maria dell’Anima 10
00186 Roma


Potranno pervenire proposte di polizza anche dopo il 10 gennaio 2014 (primo termine di presentazione) e fino al 31 dicembre 2014, termine ultimo.

 

Scarica i documenti:

 

Disciplinare

 

Linee Guida del CNAPPC

 

Schema di Contratto di Convenzione

 

Dichiarazione necessaria per l’ammissione alla procedura

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico