Nuovo Show Room Eclisse a Milano, cosa possiamo fare di nuovo con una porta e un muro?

Nuova veste per lo showroom di Milano. Presentato lo scorso 17 marzo il nuovo look dello spazio espositivo Eclisse di via Molino delle Armi. Inaugurato nel 2010, lo showroom si rinnova in concomitanza di Made Expo. L’allestimento è stato concepito in collaborazione con Inkiostro Bianco, azienda specializzata nella realizzazione di superfici continue e grafiche parietali.

 

Il tema dello showroom “What else can you do with a door and a wall?” conduce il visitatore ad una riflessione sulle possibilità creative che possono nascere dall’interpretazione di una parete e di un’apertura. Infinite sono infatti le opportunità che derivano dall’uso del colore, delle superfici, dei decori e della materia, per permettere a ognuno di definire un contesto vitale dove il design d’interni assume note fortemente personali, vibranti ed emozionali. Tre le epoche a confronto. Passato, presente e futuro, visti attraverso i prodotti che rappresentano stili e gusti differenti.

 

Il classico – i modelli con stipiti. Nella sua massima esaltazione, la sintesi di oltre 25 anni di tecnologia e know-how Eclisse. Il sistema Luce, modello predisposto per l’illuminazione, viene qui presentato nella versione a doppia anta, fuori misura, con pannelli porta in vetro satinato. Intorno stipiti e battiscopa in rovere retrocotto e decoro parietale Damasked Concrete – ruvido come il cemento e raffinato come un damasco. Il confine tra il cemento e un tessuto dal sapore antico, a tratti quasi stinto, si confonde qui con uno stile grunge e urbano. Illuminazione applique di Belfiore.

 

Il presente – i modelli senza stipiti. Il vivere contemporaneo e l’eliminazione di qualsiasi elemento a vista ridondante e la sobrietà delle finiture. Scomparire in questo caso è un’arte. Questo l’obiettivo dichiarato e reso possibile dai modelli Syntesis Collection. Le aperture a battente, scorrevoli e il battiscopa filomuro risultano completamente integrati nella parete. L’assenza di sporgenze fa sì che le finiture, una volta richiuse, lascino spazio alla grafica parietale di un crepuscolo argentato, un bosco sfumato nella nebbia in uno spazio surreale. La grafica “Little Red Riding Hood” è di Barbara Varini. Illuminazione applique di Belfiore.

 

Il futuro – i modelli con stipiti filomuro. Quello che sarà. Quello che suggeriscono i nuovi trendsetter. Una sorta di evoluzione del filomuro. Tornano protagoniste le porte e le finiture in generale. Con un’unica differenza: sono tutte filomuro. Shodō (patent pending) è il primo sistema che permette di integrare con un unico profilo filomuro battiscopa, stipiti e cornici coprifilo per porte scorrevoli e battenti. Con Shodō le finiture diventano un unico segno calligrafico, un tratto a zero spessore e privo di interruzioni. Illuminazione Vele, collezione 9010novantadieci di Belfiore.

 

Le novità 2015. Inoltre, presentata la novità di prodotto a completamento di Syntesis Collection. Syntesis Tech è la soluzione filomuro per nascondere nicchie e vani tecnici. Cablaggi, tubature, impianti elettrici e persino ripostigli risultano nascosti ed integrati con discrezione. In questo modo, la parete appare completamente inalterata mentre i vani tecnici rimangono accessibili, per intervenire solo quando serve, attraverso comode aperture push-pull. Personalizzabile con qualsiasi tipo di apertura ad anta singola, doppia, a ribalta o estraibile con maniglie, a letto o chiusure chiave, Syntesis Tech permette di nascondere qualsiasi nicchia, elemento o apparecchiatura che normalmente non si vuole sia visibile, lasciandola ispezionabile per ogni intervento di manutenzione o riparazione.

 

Abbiamo da poco pubblicato l’ezine dedicata a Eclisse, Dividere gli spazi e moltiplicare le idee. Scaricala qui.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico