Nuovo landmark urbano firmato Herzog & de Meuron: Elbphilharmonie di Amburgo

La Elbphilharmonie di Amburgo rivela la propria bellezza e si prepara all’apertura ufficiale prevista per il 2017. Il grande progetto degli architetti svizzeri Herzog & de Meuron, finalmente sgombro da ogni impalcatura, mostra la propria bellezza e maestosità. Un’opera controversa ed imponente che dal 2007 vede gli architetti svizzeri impegnati ad Amburgo nella realizzazione di uno dei più grandi progetti culturali europei.

L’ardita struttura della Elbphilharmonie poggia (letteralmente) sul vecchio Kaispeicher A, un enorme magazzino per cacao e tabacco eretto nel 1966 su disegno di Werner Kallmorgen, presso uno dei punti più importanti ed antichi del porto di Amburgo, ovvero dove un tempo sorgeva Kaiserspeicher, il magazzino in stile neogotico che dal 1875 salutava le navi in entrata nel porto anseatico, purtroppo distrutto dai bombardamenti.

Per molti anni luogo d’abbandono, il Kaiserspeicher A e l’intero porto sono stati protagonisti di HafenCity, operazione di riqualificazione urbana fra le più estese in Europa, di cui la Elbphilharmonie rappresenta l’eccellenza, una “città dentro la città, così come è stata definita dagli architetti svizzeri.

Il progetto infatti ospita un hotel, un ristorante, quarantacinque appartamenti e una piazza aperta al pubblico che contornano il vasto programma culturale della Elbphilharmonie, culminante nella Grand Hall, un auditorium con una capienza di 2.100 ospiti e un’altezza di 50 metri.

La Grand Hall, progettata con la collaborazione di Yasuhisa Toyota, consulente acustico di fama mondiale, riprende un modello funzionale definito “a vigneto”, il layout in cui l’orchestra è completamente circondata da platea e loggioni, modello sperimentato per la prima volta nel 1963 da Hans Scharoun con la Philharmonie di Berlino.

All’interno della Elbphilharmonie vi sarà anche la Recital Hall, 550 posti a sedere dedicati soprattutto a musica da camera, una sala caratterizzata da layout flessibile e sedute amovibili, in modo da poter essere utilizzata anche per feste ed altri eventi.

Infine lo spazio più piccolo sarà Kaistudio, 170 posti pensati per musica contemporanea e sperimentale, concerti per bambini, workshop e conferenze direttamente all’interno della vecchia struttura del Kaiserspeicher A.

L’inaugurazione della Elbphilharmonie è prevista per i giorni 11 e 12 gennaio 2017.

di Simona Ferrioli

SCHEDA PROGETTO
Elbphilharmonie

Luogo
Amburgo, Germania

Committente
Freie und Hansestadt Hamburg, Germany; (ReGe Hamburg Project – Realisierungsgesellschaft mbH) Hamburg, Germany

Progetto
Herzog & de Meuron
Jacques Herzog, Pierre de Meuron

Team
Ascan Mergenthaler (Partner in Charge), David Koch (Partner in Charge)
Project Team: Jan-Christoph Lindert (Associate, Project Manager), Nicholas Lyons (Associate, Project Architect), Stefan Goeddertz (Associate, Project Architect), Stephan Wedrich (Associate), Christian Riemenschneider (Associate), Carsten Happel (Associate), Kai Strehlke (Head Digital Technologies)

Acustica
Nagata Acoustics Inc., Los Angeles / Tokyo

Dati
Sito: 10.540 mq
Sedime: 5.600 mq
Superficie lorda: 120.383 mq

Cronologia
2003-2017

Per ulteriori informazioni
www.herzogdemeuron.com
www.elbphilharmonie.de

Nell’immagine di apertura, dettaglio notturno della facciata della Elbphilharmonie. Foto © Simona Ferrioli

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico