Nuovo codice deontologico - News
Maggioli Editore

Nuovo codice deontologico

Nuovo codice deontologico

Dal 1 settembre 2009 è entrato in vigore il nuovo “Codice Deontologico per la professione di Architetto”, approvato dal Consiglio Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori il 10 e l’11 giugno 2009.


Il testo, formulato su espressa delega degli Ordini provinciali, è nato da un confronto che ha avuto inizio con la riunione di Parma del maggio 2007 per poi proseguire con gli incontri di Caserta del dicembre 2007 e con il percorso congressuale, dai congressi provinciali e regionali al Congresso Nazionale di Palermo del febbraio 2008. Potrà essere aggiornato con delibera del consiglio nazionale, sentiti gli Ordini Provinciali, entro il mese di marzo di ogni anno. Il processo, partecipato e condiviso dagli organi territoriali rappresentativi della categoria che hanno fornito il loro fattivo apporto, ha contribuito alla definizione del testo, redatto tenendo conto anche delle valutazioni e indicazioni espresse dall'Antistrust con particolare riferimento alle disposizioni sulla concorrenza e sulle tariffe professionali. Vengono confermate le norme sulla pubblicità e sull’informativa già modificate nel 2007.


Il codice è composto da 50 articoli. Di particolare importanza l’articolo 24 in cui vengono definiti i rapporti con i tirocinanti. L’architetto è tenuto a prestare in modo disinteressato il proprio insegnamento professionale e a compiere quanto necessario per assicurare a essi il sostanziale adempimento della pratica professionale, con particolare attenzione per le regole deontologiche.


All’articolo 7 viene introdotto il dovere di aggiornamento della propria preparazione professionale: costituisce aggravante il mancato o non corretto adempimento dell’incarico professionale, per l’inosservanza di curare costantemente la propria preparazione.


In riferimento, poi, alla concorrenza sleale, nell’articolo 13 viene precisato che nell’esercizio professionale può assumere rilevanza: attribuirsi come proprio il risultato della prestazione professionale di altro professionista; il compimento di atti idonei a creare confusione con il risultato di prestazioni professionali altrui; la diffusione di notizie e apprezzamenti circa l’attività di un professionista utili a determinarne il discredito; il compimento di atti preordinati ad arrecare pregiudizio all’attività di altro professionista; la qualificazione con modalità o l’uso di segni distintivi dello studio professionale per produrre confusione con altro professionista.



Ti potrebbe interessare anche



1 commenti per "Nuovo codice deontologico", lascia anche il tuo

  1. ALESSANDRO MARAZZATO il 12/03/2010 17:28 interessante

Lascia il tuo commento!

Aumenta la dimensione del testo Diminuisci la dimensione del testo Stampa Invia a un amico

Questo articolo è stato inserito il 04/09/2009 nella categoria News, letto 2108 volte



Categorie di articoli




Architetti.com e Maggioli Editore collaborano con

Associazione Arredo Urbano Agaphe Ambiente

chiudi x

Iscriviti alla newsletter EdiltecnicOnline

Inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica e clicca su Iscriviti


Ho letto l'informativa e acconsento al trattamento dei dati

NOTA INFORMATIVA SULLA TUTELA DEI DATI PERSONALI EX ART 13 D.LGS. 196/2003 E RICHIESTA DI CONSENSO AL TRATTAMENTO

Maggioli SpA, titolare del trattamento, si propone di gestire il servizio nel rispetto della normativa vigente in materia di tutela dei dati personali. Al proposito intende con questa nota, fornire a tutti gli utenti un'informativa sulle modalità e finalità del trattamento dei dati personali in conformità a quanto previsto dall'art. 13 del D.Lgs n. 196 del 30.06.2003. I dati personali forniti dagli utenti verranno trattati elettronicamente e/o manualmente da Maggioli SpA, Via del Carpino 8 - 47822 Santarcangelo di Romagna (RN), titolare del trattamento, per tutte le finalità correlate alla prestazione del servizio. Inoltre, previo suo consenso, i suoi dati saranno trattati dalla nostra società e dalle società del Gruppo Maggioli per l'invio di materiale promozionale inerente i nostri prodotti o servizi o quelli di società clienti del Gruppo Maggioli. L'indicazione della email deve essere fatta con cura in quanto necessaria per ricevere il servizio, i dati a corredo vengono chiesti per targettizzare gli invii informativi. I suoi dati non saranno diffusi. I suddetti dati potranno essere comunicati a soggetti pubblici, in aderenza ad obblighi di legge e a soggetti privati per trattamenti, funzionali all'adempimento del contratto, quali: nostra rete agenti, società di informazioni commerciali, professionisti e consulenti. I suoi dati potranno essere comunicati a soggetti terzi nostri clienti, che li tratteranno in qualità di autonomi titolari del trattamento secondo la definizione contenuta nel D.lgs 196/2003. Tali dati saranno trattati dai nostri dipendenti e/o collaboratori, incaricati al trattamento, preposti ai seguenti settori aziendali: editoria elettronica, mailing, marketing, CED, servizi Internet, fiere e congressi. L'utente potrà esercitare ogni ulteriore diritto previsto dall'art. 7 del D.Lgs 196 del 30.06.2003 che di seguito integralmente si riporta: "1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. 2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione: a) dell'origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'art. 5 comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello stato, di responsabili o incaricati. 3. L'interessato ha diritto di ottenere: a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione, in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettera a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di colori ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento di rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. 4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano ancorchà pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento dei dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. "Compilare il form con i propri dati con conseguente dichiarazione espressa di aver letto e accettato questa informativa, autorizza la Maggioli spa e le società del Gruppo Maggioli al trattamento dei suoi dati per le finalità correlate alla prestazione del servizio e per l'invio di materiale promozionale, anche da parte di soggetti terzi nostri clienti, secondo le modalità illustrate nell'informativa. L'utente potrà esercitare ogni diritto previsto dal citato art. 7 con la semplice risposta alla e-mail ricevuta.