MVRDV: Vienna twist

Lo studio MVRDV vince il concorso per il nuovo grattacielo che sorgerà a Vienna nell’ex area industriale che si trova area tra l’aeroporto e il centro della città, già oggetto di un progetto complessivo di rigenerazione urbana in cui vecchi gasometri fanno da protagonisti.

 

Il bando di concorso prevedeva una pianta trapezoidale con un fabbricato di altezza massima 75 metri ma MVRDV ha vinto proponendo una pianta quadrata più compatta e parzialmente ridotta, compensata da una maggiore altezza dell’edificio che, nonostante questa concessione, secondo i progettisti impatta in misura minore sugli edifici circostanti grazie alla particolare forma avvitata su se stessa.
L’elaborazione di un modello parametrico ha suggerito di “torcere” i primi dieci  piani dell’edificio in modo che l’ombreggiamento sui fabbricati vicini fosse ridotto a sole due ore al giorno.


Winy Maas, uno dei soci fondatori di MVRDV ha dichiarato: “Se prendiamo sul serio la regolamentazione riguardo agli ombreggiamenti possiamo creare edifici senza precedenti. Un grattacielo snello ed avvitato su se stesso, un elegante figura a clessidra; non è la definizione classica di bellezza?”.
Dalla torsione dell’edificio per i primi dieci piani si ottengono configurazioni spaziali e piante diverse, nelle quali è possibile ricavare generosi spazi esterni collegati tra loro da scale, anch’esse esterne.

 

La torsione contribuisce anche a ravvivare la parte inferiore del grattacielo, collegandolo alla piazza sottostante e consentendo un’accessibilità diretta, rara in ambienti urbani, spesso caratterizzati da edifici alti ed introversi.
La forma avvitata consente anche di far defluire i forti venti autunnali che soffiano sovente nella valle del Danubio
, deviando il vento lontano dalla piazza e dagli ingressi delle stazioni della metropolitana adiacente.

 

I restanti 20 piani del grattacielo hanno invece una pianta quadrata, che potrà essere allestita sia per unità residenziali che per uffici, grazie ad una configurazione strutturale flessibile. La struttura portante dell’edificio verrà realizzata secondo un sistema misto acciaio-cemento mentre la facciata sarà interamente in acciaio e vetro con finestre apribili.


Gli altri partecipanti al concorso in due fasi erano Dietmar Feichtinger Architectes, Dominique Perrault Architecture, KCAP Architects & Planners, Bevk Perovic Arhitekti, Delugan Meissl, Burkard Meyer Architekten, BSA, Sauerbruch Hutton, Nieto Sobejano Ar-quitectos, EEP Architekten e Pichler & Traupmann Architekten.


a cura di Simona Ferrioli


SCHEDA PROGETTO
Turm mit Taille


Luogo
Vienna


Committente
BAI Bauträger Austria Immobilien GmbH


Progettisti
MVRDV


Strutture
Bollinger + Grohmann Ingenieure Wien


Consulenti per la sostenibilità
Energy Design Cody Consulting


Cronologa
2014 – 2018


Per ulteriori informazioni
www.mvrdv.nl


Nell’immagine di apertura, vista notturna di Turm mit Taille. © MVRDV

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico