Museo Enzo Ferrari a Modena

Hanno preso il via a Modena i lavori di costruzione del nuovo Museo dedicato a Enzo Ferrari e all’automobilismo sportivo, la cui apertura è prevista per la primavera 2011. La casa in cui nacque Enzo Ferrari nel 1898 verrà restaurata e integrata nel nuovo complesso museale, la cui copertura gialla, sagomata come il cofano motore di un’auto da corsa, è già diventata un’icona cittadina prima ancora di essere costruita. Due i simboli di questa giornata: la scultura in alluminio lucido, disegnata dall’architetto Jan Kaplicky, che simboleggia la prima pietra e il nuovo museo, e la prima auto costruita da Enzo Ferrari, una Avio Costruzioni 815 del 1940, l’unico esemplare rimasto dei due che parteciparono alle Mille Miglia, di proprietà del collezionista Mario Righini.

 

Il cantiere del Museo Enzo Ferrari a Modena è stato inaugurato lo scorso 20 aprile a Modena. La cerimonia ha segnato ufficialmente l’avvio dei lavori, che prevedono una durata di circa due anni. Il Museo si comporrà di due edifici: la casa natale di Enzo Ferrari ed una nuova Galleria Espositiva, per un totale di 5.000 metri quadri. L’innovativo progetto firmato dallo scomparso Jan Kaplicky di Future Systems verrà completato da uno dei suoi assistenti più fedeli, l’architetto Andrea Morgante, che ne seguirà personalmente la direzione artistica e completerà il disegno degli interni ed allestimenti museali.

 

A seguito della scomparsa di Jan Kaplicky lo scorso gennaio, la Fondazione Casa Natale Enzo Ferrari ha ingaggiato formalmente Andrea Morgante per assicurarsi il completamento dell’opera e per finalizzare il disegno degli interni. Andrea Morgante è stato Direttore Associato di Future Systems e con lo studio Londinese era il capo progetto di questo lavoro, sin dalle prime fasi concorsuali risalenti al 2004, anno in cui Future Systems si aggiudicò la vittoria.
Andrea Morgante descrive il progetto come una vera sfida tecnologica ed umana. Un progetto dedicato non solo ad una delle figure più famose nell’ambito motoristico ma anche un progetto che verrà completato alla memoria di uno degli architetti più creativi e visionari mai esistiti.
Con un budget di 16 milioni di euro il progetto contiene elementi fortemente innovativi, come la copertura tridimensionale in alluminio ed una facciata doppiamente curva e strutturale per la nuova Galleria, a pochi metri di distanza la casa natale dove il Drake nacque nel 1898. La casa subirà un restauro scientifico ed all’interno verrà allestito un percorso museale che illustrerà le tappe della vita di Enzo Ferrari per un target di visitatori che toccherà circa 200.000 presenze ogni anno.
Il progetto mostrerà inoltre un volto fortemente sostenibile, attraverso non solo l’utilizzo di tecnologia fotovoltaica e ventilazione naturale ma anche attraverso l’utilizzo geotermia per il trattamento climatico degli interni.

 

La pietra di fondazione posata il 20 aprile scorso dimostra il carattere del progetto. Non una pietra convenzionale ma un blocco organico di alluminio lucido, che alla fine dei lavori verrà esposto al pubblico all’interno dell’area. Lo stesso alluminio con cui Ferrari ha costruito i suoi primi bolidi e lo stesso materiale della copertura, elemento ormai iconografico e riconoscibile del progetto.

 

SCHEDA PROGETTO

Museo Enzo Ferrari a Modena

 

Committente
Fondazione Casa Natale di Enzo Ferrari – Museo

 

Progetto
Future Systems
arch. Jan Kaplicky, arch. Andrea Morgante

 

General contractor
Ati Consorzio Cooperative Costruzioni di Bologna (Ccc), ing. Ferari spa, Ite

Group, Consorzio Stabile Modenese (Csm)

 

Strutture metalliche
Stahlbau Pichler

 

Altre immagini del progetto

 

Vista aerea

Viste interne 01, 02, 03

Andrea Morgante ed Eliska Kaplicky durante la cerimonia di apertura

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico