Munari e altre storie per raccontare Corraini Edizioni: a Parma fino al 13 gennaio 2015

A Parma fino a domenica 13 gennaio 2015 è possibile visitare la mostra Sfogliare stanze – Munari e altre storie per raccontare Corraini Edizioni. La mostra, inserita all’interno di Mercanteinfiera OFF e ospitata nelle sale di Palazzo Pigorini, simula un vero e proprio percorso all’interno di un libro. Si attraversano stanze, lunghi corridoi, ampie sale, spazi bui, spazi illuminati dalla luce artificiale e spazi aperti sulla città, rampe, scale, su e giù, di qua e di là! Il percorso, avvincente, narra di una lunga storia di ricerca e sperimentazione attraverso l’arte, il design, l’architettura, la grafica, i libri per bambini e i libri tutti. La mostra è un vero e proprio libro alla Corraini, sempre diverso, sempre inaspettato, sapientemente progettato e curato in ogni suo minimo dettaglio.

 

Non è un caso infatti se un artista del calibro di Bruno Munari ha condiviso per più di vent’anni una intensa collaborazione con la realtà Corraini. Un’esperienza che racchiude in sé arte e editoria, affrontate con massicce dosi di attenzione e curiosità. Un ambiente ideale alla proliferazione della creatività. La casa editrice Corraini nasce nel 1988, ma si tratta di una seconda nascita, poichè la prima è quella del 1973, quando Marzia e Maurizio Corraini aprono a Mantova la loro galleria d’arte contemporanea. Quelli sono anni importanti per la storia dell’arte! Un’aria di novità che continua a soffiare ancora oggi senza perdere il suo fascino e la sua forte carica espressiva.

 

La mostra ripercorre la storia di famiglia (artisti compresi) con gli autori, con i libri e con gli oggetti di design che sono nati grazie a continue contaminazioni culturali. In particolare colpisce l’attenzione per i bambini, un interesse che contraddistingue la casa editrice dai tempi in cui i suoi fondatori frequentavano l’università: “Ai bambini l’arte viene proposta come stimolo al desiderio di sapere. Perchè possano capire, o almeno intuire, che il mondo è aperto e pieno di possibilità, di strade da intraprendere, di cose da conoscere, da fare, da costruire”.
In queste parole trova spazio il sodalizio con Bruno Munari che nascerà e si svilupperà nel tempo. Munari che amava i gatti e i bambini, e che trovava nello sviluppo di questi due piccoli universi molte similitudini: “Conoscere i bambini è come conoscere i gatti”.

 

Munari osserva e partecipa ai giochi che, insieme il bambino (suo figlio) e il gatto (il suo gatto), inventano e ripetono di continuo. Nascono così i primi libri, i libri del ’45, scritti per il figlio Alberto e per tutti i bambini che devono capire il mondo.
La stessa sensibilità guiderà successivamente Munari, verso la fine degli anni settanta, all’ideazione dei laboratori per bambini all’interno dell’Accademia di Brera, per comprendere l’opera d’arte attraverso la sperimentazione del  processo svolto dall’artista. Tanta la produzione artistica di Munari che continua ad essere diffusa attraverso le pubblicazioni Corraini in tutto il mondo.
Perchè Munari, insieme a Mari, Castiglioni e tanti altri artisti e designer del passato, sono sempre attuali. Semplici, intelligenti e onesti. Mai scontati, mai banali.

 

Ai grandi nomi del passato oggi si affiancano i nuovi talenti nazionali e internazionali che riconoscono in Corraini il posto giusto per l’incontro di culture, esperienze e idee diverse. Paul Cox, Martì Guixè, Suzy Lee, Keri Smith, Yoshiko Noda – Yocci, Taro Miura, Fausto Gilberti sono solo alcuni dei nomi appartenenti alla nuova formazione mantovana.
La mostra propone uno sguardo simultaneo tra passato, presente e futuro, segnando un momento importante di questo racconto. L’allestimento, interattivo e aperto a bambini e adulti, consente di entrare e sperimentare le idee degli artisti attraverso piccole esperienze; una ricca biblioteca raccoglie i testi consultabili e giocabili; infine, in contemporanea alla mostra è possibile partecipare  all’iniziativa Incontri, Racconti e Laboratori,  organizzata da Corraini per approfondire e indagare i diversi aspetti della propria ricerca.

 

Nuomerosi ancora i progetti per il futuro di questa fucina di idee in continuo movimento…. Ancora per qualche giorno a Parma!

 

Per approfondimenti
Corraini Edizioni

www.corraini.com


Comune di Parma
www.comune.parma.it


Nell’immagine Volto degli antenati 1993-BMunari. Foto di Laura Bonora.


articolo di Laura Bonora.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico