MoMA New York, a Diller Scofidio + Renfro il compito di placare le polemiche sull’ampliamento del museo

Dopo un’accesa polemica architettonica sembra che il MoMA di New York abbia deciso di riconsiderare l’ipotesi di demolire l’edificio adiacente che in passato ospitò l’American Folk Art Museum. La presunta demolizione era stata annunciata per fare spazio ad un ampliamento del MoMA stesso il cui progetto è stato affidato a Diller Scofidio + Renfro.

 

Lo studio newyorchese si è riservato di valutare tutte le opzioni, tra cui l’integrazione del vecchio edificio nella struttura stessa del MoMA. Il Folk Art Museum, progettato da Tod Williams e Billie Tsien, non è poi così datato, se si pensa che l’inaugurazione risale soltanto al 2001, ma sembra che la facciata metallica dai toni bronzei non soddisfi lo standard estetico del vicino MoMA e che le sale espositive siano troppo anguste per le esposizioni.

 

Un gruppo di noti architetti tra cui Richard Meier, Thom Mayne, Steven Holl, Hugh Hardy e Robert A. M. Stern ha sottoscritto una lettera inviata dalla Architectural League di New York al MoMA in cui si chiedono alla direzione “spiegazioni sulle motivazioni che rendono necessaria la demolizione di un pezzo significativo dell’architettura contemporanea, un’opera ammirata e con appena dodici anni di vita”.


a cura di Simona Ferrioli


Per ulteriori informazioni
www.dsrny.com
www.moma.org
www.nytimes.com

 

Nell’immagine, vista della facciata dell’American Folk Art Museum. © Michael Moran

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico