Mies Award 2017, trionfa l’edilizia collettiva: DeFlat Kleiburg e Navez

Mies Award 2017: vince DeFlat Kleiburg, di NL architects e XVW architectuur

La Fundació Mies van der Rohe e la Commissione Europea hanno annunciato, a Bruxelles, il progetto vincitore del Premio biennale di Architettura Contemporanea dell’UE, il Mies van der Rohe Award 2017: si tratta di DeFlat Kleiburg, ad Amsterdam, degli studi NL architects (che aveva già vinto la menzione speciale per architetti emergenti del Mies Award nel 2005, con il progetto BasketBar, a Utrecht) e XVW architectuur.

Per la prima volta il premio principale viene assegnato a un progetto di rinnovamento di un edificio già esistente. Nello specifico, si tratta di una stecca residenziale da 500 appartamenti situata a Bijlmermeer, quartiere della capitale olandese, che gli architetti hanno rinnovato in chiave inedita. Il consorzio DeFlat ha salvato l’edificio dalla demolizione trasformandolo in un “Klusflat”, un complesso in cui sono gli stessi proprietari a rinnovare i propri alloggi.

Inoltre, ad aggiudicarsi la menzione speciale per architetti emergenti, sono gli studi di Bruxelles MSA/V+, per il progetto NAVEZ – 5 case popolari, all’ingresso nord di Bruxelles. Si tratta di un progetto edilizio capace di rispondere alle due esigenze delle autorità locali: rappresentare il programma di recupero urbano con un edificio emblematico all’ingresso della città e fornire degli appartamenti ideali per famiglie numerose.

In tutto, erano stati nominati 356 progetti (di cui 17 in Italia), poi, a fine gennaio, la giuria di esperti aveva annunciato la shortlist finale di 40 progetti, e, a metà febbraio, i 5 progetti finalisti. Con l’assegnazione di questi due premi la giuria mette in risalto la qualità e l’importanza dei programmi di edilizia collettiva. Ai vincitori del Mies Award 2017, NL architects e XVW architectuur, spettano 60 mila euro e una scultura evocativa del Padiglione Barcellona, mentre agli studi MSA/V+ 20 mila euro e la scultura.

Leggi anche l’articolo Premio Mies van der Rohe 2015, vince lo studio Barozzi Veiga

La giuria, lo ricordiamo, era presieduta da Stephen Bates (Sergison Bates architects) e composta da Gonçalo Byrne (Gonçalo Byrne Arquitectos), Peter Cachola Schmal (Director of the Deutsches Architekturmuseum in Frankfurt am Main), Pelin Derviş (architect, independent researcher, editor and curator), Dominique Jakob (Jakob+MacFarlane), Juulia Kauste (Sociologist, Director of the Suomen arkkitehtuurimuseo, Helsinki) e Małgorzata Omilanowska (art historian and politician, Professor at the University of Gdansk).

La cerimonia di premiazione si terrà il 26 maggio 2017 nel Padiglione Mies van der Rohe di Barcellona, insieme a conferenze, dibattiti, e all’inaugurazione dell’esposizione. Vi parteciperanno i membri della giuria, i vincitori, i finalisti e i rappresentanti delle istituzioni. Inoltre, tra il 20 e il 28 maggio, le 4 opere finaliste, e quelle del vincitore e dell’architetto emergente saranno aperte al pubblico, che potrà visitare e conoscere in situ le opere, gli architetti e le altre persone coinvolte nell’organizzazione del Mies Award.

Questo il calendario degli eventi connessi al Mies Award:

  • 19 maggio 2017: “Made in Europe” e “2017 EU Mies Award exhibition”, eventi aperti al pubblico
  • 20 maggio 2017: lancio dell’app mobile “EU Mies Award”
  • 20-28 maggio 2017: i quattro finalisti, il vincitore e l’architetto emergente organizzeranno attività per avvicinare l’architettura al pubblico
  • 20-26 maggio 2017: Settimana dell’Architettura di Barcellona con una lunga serie di attività inerenti al mondo dell’architettura e alla città, organizzate in collaborazione con vari enti, compresi il Comune di Barcellona, l’Ordine degli Architetti della Catalogna (COAC) e la Fundació Mies van der Rohe
  • 26 maggio 2017: cerimonia di premiazione, incontri “Mies Talks” e presentazione della lista di premi per il 2017.

Per ulteriori informazioni
miesarch.com

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here