MAXXI, Between Arte e Architettura

Arte e Architettura in dialogo tra loro, un unico titolo per due mostre in una: Tra/Between Arte e Architettura accomuna e sintetizza le mostre Roma Interrotta e Piero Sartogo e gli artisti, al MAXXI fino al prossimi 21 settembre. L’evento nasce dalla collaborazione tra il MAXXI Arte diretto da Anna Mattirolo, il MAXXI Architettura diretto da Margherita Guccione e Incontri Internazionali d’Arte, confermando la volontà di connessione tra diverse discipline e lo scambio innovativo sul significato della creazione contemporanea, che è cifra caratteristica della programmazione del MAXXI indicata da Hou Hanru, Direttore Artistico del MAXXI.


Tra/Between Arte e Architettura a cura di Achille Bonito Oliva, ripercorre la stagione caratterizzata da una nuova attenzione alla cultura architettonica e artistica contemporanea innescata, a partire dagli anni Settanta, dal lavoro dell’Associazione Incontri Internazionale d’Arte di Graziella Lonardi Buontempo. Il titolo pone l’accento sulla commistione operata in quegli anni tra temi critici e modalità espositive, quando mostre come Roma Interrotta e l’attività di architetti come Piero Sartogo raccontano un’epoca di esplorazione e di scambio tra diversi linguaggi artistici. Sartogo produsse una vera interpretazione spaziale di temi critici, tanto che Achille Bonito Oliva lo definisce “un artitetto, artefice di un dialogo tra macrospazio e i microspazi delle opere esposte. Segno di una visione interdisciplinare del progettare e del fare”.


Roma Interrotta è una riedizione della storica mostra presentata nel 1978 ai Mercati di Traiano, ideata da Piero Sartogo e organizzata da Incontri Internazionali d’Arte, caratterizzata da un approccio interdisciplinare alle arti. In quell’occasione 12 architetti di fama internazionale furono chiamati a “immaginare Roma” come se non fossero avvenute le metamorfosi urbanistiche dall’Unità d’Italia in poi. Punto di partenza, la Pianta di Roma di Giambattista Nolli del 1748, ultimo grande disegno urbano della città. Il risultato fu un corpus di 118 disegni originali di architetti quali Krier, Portoghesi, Rossi, Stirling e Venturi, che hanno dato vita a una “Nuova Roma”: fantastica, irreale e suggestiva. Questa mostra divenuta negli anni un’icona, dopo essere stata presentata in musei e centri di ricerca nazionali e internazionali, arriva al MAXXI con un riallestimento arricchito che espone le 122 tavole degli elaborati dei progetti esposti nel 1978, donate da Gabriella Buontempo e da Piero Sartogo al museo e ora parte della collezione del MAXXI Architettura.

 

Il dialogo tra Arte e Architettura è stato al centro dell’attività di Sartogo con il “coordinamento dell’immagine” di grandi mostre di arte contemporanea. Il dialogo si manifesta anche nei progetti d’architettura con alcuni dei più significativi artisti degli Anni Settanta; è proprio nel segno del rapporto e del confronto creativo tra le arti di cui l’Associazione Incontri Internazionali d’Arte fu promotrice, che per Piero Sartogo e gli artisti al MAXXI sono stati scelti i progetti di architettura di Sartogo in dialogo con l’Arte, gli interventi degli artisti, documenti, disegni, modelli in cui rivive il dialogo tra gli autori.


SCHEDA EVENTO
Tra/Between Arte e Architettura

Roma Interrotta
| Piero Sartogo e gli artisti

 

a cura di Achille Bonito Oliva


Luogo
MAXXI | Museo Nazionale delle Arti del XXI Secolo
via Guido Reni, 4 A
Roma


Periodo
17 aprile 2014 – 21 settembre 2014


Orari
mar-dom | 11.00-19.00
sabato | 11.00-22.00
chiuso il lunedì


Per ulteriori informazioni
Tel. 06 3201954
E-mail: info@fondazionemaxxi.it
www.fondazionemaxxi.it

 

Nell’immagine, Contemporanea, Roma, 1973-1974. Archivio SAA

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico