Mai più Palmira: restauratori italiani a difesa del patrimonio in zone di conflitto

Il nome della task force Unite4heritage e riguarda anche i restauratori italiani. Si vogliono scongiurare episodi come quello di Palmira, quando l’Isis distrusse l’arco di trionfo di epoca romana: l’Italia è il primo paese che lo fa. La task force interverrà per garantire che il patrimonio culturale nelle zone a rischio risulti protetto. Con zone a rischio si intende quelle direttamente interessate dai conflitti o da una guerra.

I caschi blu italiani sono per ora circa 30 scelti tra i militari dell’Arma in servizio al comando di tutela del patrimonio culturale. Ai primi 30 si aggiungeranno altrettanti esperti civili, vale a dire esperti di arte, archeologi, restauratori di beni culturali.

Dopo l’incontro di qualche giorno fa tra il Ministro degli esteri e il Direttore dell’Unesco Irina Bokova, bisogna ancora definire le modalità di intervento.

A cura di Enrico Patti

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico