Ma vale la pena battersi contro l’architettura?

A Urbania, quarto Festival Internazionale di Urbanistica,  l’incontro-scontro tra La Cecla e Boeri.  Per la prima volta l’autore di Contro l’architettura in un faccia a faccia con uno degli architetti contestati nel suo pamphlet.

 

“Ma vale la pena battersi contro l’architettura?” E’ questo il provocatorio titolo dell’incontro-scontro inedito tra Franco La Cecla, antropologo e autore del celebre Contro l’architettura e Stefano Boeri, direttore della rivista Abitare e architetto citato nel pamphlet di condanna della “deriva glam” nella progettazione contemporanea. Ad ospitare il confronto sarà Urbania, quarto festival internazionale di urbanistica di Bologna. Appuntamento giovedì 29 gennaio alle ore 17.00 all’Auditorium Enzo Biagi (Sala Borsa, piazza Nettuno 3 – ingresso libero).

Palazzi progettati come mausolei di bellezza ma incapaci di trattenere la pioggia, laboratori scientifici organizzati come vetrine da esposizione e padiglioni commerciali inutilizzabili perché privi di porte scorrevoli. Si tratta, rispettivamente, del palazzo dell’Arte di Valencia, che ha valso una citazione in giudizio all’architetto Santiago Calatrava, dei laboratori del MIT di Boston per cui in tribunale è stato chiamato Frank Gehry e del Padiglione dell’abbigliamento di Porta Palazzo a Torino progettato da Massimiliano Fuksas. Esempi di “architettura da archistar” citati da Franco La Cecla in Contro l’architettura. Ma davvero, come sostiene l’antropologo, l’architettura è degenerata in moda e la progettazione in un’esaltazione della forma che trascura la vivibilità degli edifici? Davvero le firme dell’architettura internazionale si fanno sberleffo delle necessità di chi abita e utilizza le loro opere? Per ribattere alle tesi del pamphlet, la parola sarà data a uno degli architetti contestati nel libro: Stefano Boeri, l’ideatore del Bosco Verticale di Milano
 

Ma vale la pena battersi contro l’architettura? Oppure vale la pena battersi per difenderla? Voi cosa ne pensate? In attesa di assistere all’inedito confronto di giovedì 29 gennaio e di conoscerne gli esiti, iniziamo a discuterne insieme.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico