Luce e materia: Kim Tschang-Yeul Museum di ArchiPlan

Lo studio coreano ArchiPlan è il vincitore del concorso internazionale per la progettazione del museo d’arte contemporanea dedicato al pittore coreano Kim Tschang-Yeul, la cui opere artistiche sono state ispirate soprattutto dal tema delle gocce d’acqua.
Il nuovo Kim Tschang-Yeul Museum sorgerà a Jeju Island in Corea del Sud, le sale espositive e il volume architettonico si ispireranno alla filosofia dell’artista sulla quale i progettisti hanno svolto uno studio molto approfondito.

 

Secondo quanto dichiarato dallo studio ArchiPlan come l’importanza della goccia d’acqua risiede nel fatto che essa costituisce un mezzo attraverso il quale traspare la superficie ed emerge l’essenza di un materiale, così il museo vuole diventare lo strumento ed il tramite per raggiungere la madre terra”.

 

Il museo si articola attorno ad un cortile principale da cui si sviluppano molteplici volumi e diversi percorsi, in una successione di spazi connessi tra loro secondo una logica di crescita in altezza.
Il cortile della luce al centro del museo è lo spazio principale, il più simbolico, il luogo dove la luce appare e scompare nel confine ambiguo determinato dall’acqua che si trova al centro di esso.

 

Giochi di luce ed ombra, contrasti tra facciate interne trasparenti e superfici orizzontali piene si traducono in un’alternanza chiaroscurale che porta ad estraniarsi dal tempo e dallo spazio.
L’apertura del museo è prevista per il 2015.


a cura di Simona Ferrioli


SCHEDA PROGETTO
Kim Tschang–Yeul Museum


Luogo
Jeju Island, Corea del Sud


Progettista
ArchiPlan


Cronologia
2013-2015


Per ulteriori informazioni
www.archiplan.com

 

Nell’immagine di apertura, vista aerea del museo. © ArchiPlan

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico