Louis Kahn: The Power of Architecture

Fino al prossimo 12 ottobre il Design Museum di Londra ospita la mostra Louis Kahn: The Power of Architecture, un’esposizione che esplora il lavoro e l’eredità di Kahn attraverso modelli architettonici, disegni originali, schizzi di viaggio, fotografie e filmati, dando vita alla sua singolare carriera e alle sue realizzazioni.


Louis Kahn (1901-1974) è stato un architetto visionario, un manipolatore esperto di forma e luce, un creatore di edifici straordinariamente drammatici, e una figura molto complessa; nonostante nel corso della sua carriera realizzò un numero relativamente esiguo di edifici e morì praticamente in bancarotta, Kahn è stato un architetto molto influente, come testimoniano le interviste a Frank Gehry, Renzo Piano, Peter Zumthor e Sou Fujimoto che caratterizzano la mostra.
Così come le sue opere sono oggi completamente rivalutate, anche la sua ricerca, incentrata su un architettura in grado di scaturire dal luogo in cui sorge, appare oggi più importante che mai.

 

Dalle rovine degli antichi edifici alle opere di Le Corbusier, il lavoro di Kahn nasce dalle architetture del passato utilizzando le innovazioni nelle tecniche costruttive per realizzare edifici moderni in grado di emanare una forza primitiva, elementare. Fortemente convinto della grande responsabilità sociale della figura dell’architetto, è stato al contempo un perfezionista e un artista.
La mostra esamina la figura di Kahn attraverso sei temi principali: la City a partire dal suo rapporto con Philadelphia, sua patria adottiva; la Science, attraverso il suo rapporto con l’ingegneria e le strutture geometriche; Landscape, mostrando quanto il rapporto tra natura e architettura fosse importante nel suo lavoro; House, analizzando i suoi lavori di architettura residenziale; Eternal Present, collocandolo nella storia dell’architettura; e Community, approfondendo la sua devozione nei confronti degli edifici pubblici.

 

Tutti i più importanti progetti di Kahn sono ampiamente documentati, dai primi lavori di pianificazione urbana e le prime case unifamiliari fino alle opere più mature come il Roosevelt Memorial (1973-74), completato postumo nell’ottobre del 2012.
I più grandi capolavori di Kahn prendono forma da grandi ispirazioni: il Salk Institute a La Jolla, California, progettato per essere “una struttura degna di una visita di Picasso”; il Kimbell Art Museum a Fort Worth, Texas, vera e propria vetrina della straordinaria capacità di Kahn di lavorare con la luce; il National Assembly Building a Dhaka, Bangladesh, testimonianza del grandioso impatto del suo stile monumentale.
Ogni progetto è pienamente rappresentato nella mostra, che cerca di rivelare a un nuovo pubblico uno dei più grandi maestri del XX secolo.

 

La mostra Louis Kahn: The Power of Architecture è organizzata dal Vitra Design Museum in collaborazione con il Netherlands Architecture Institute, ora parte del New Institute, Rotterdam, e l’Architectural Archives of the University of Pennsylvania.


a cura di Federica Maietti


SCHEDA EVENTO
Louis Kahn: The Power of Architecture

con il supporto del Louis Kahn Syndicate


Luogo
Design Museum
Shad Thames, Londra, SE1 2YD


Periodo
9 luglio – 12 ottobre 2014


Orari
ore 10.00-17.45


Per ulteriori informazioni
designmuseum.org

 

Nell’immagine di apertura, Louis Kahn, National Assembly Building, Dhaka, Bangladesh. Foto © Raymond Meier

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico