L’ospitalità del marmo è “contemporanea”

Il Consorzio Marmisti Chiampo presenta la mostra “I Marmi del Doge”, un evento curato dal designer Raffaello Galiotto che, prendendo spunto dalle suggestioni dei marmi di Palazzo Ducale di Venezia e lavorando con alcuni marmisti della Valle del Chiampo, ha realizzato ambienti e oggetti dedicati all’ospitalità e all’accoglienza contemporanea di altissima qualità artistica.


Palazzo Ducale che si specchia sulle acque della laguna veneziana, Palazzo Ducale e i giochi di luce che filtrano attraverso le traforature della facciata. La duttilità dell’elemento naturale marmo, tornato prepotentemente alla ribalta del design internazionale, si cimenta e confronta con la storia e la sua traduzione in chiave attuale.

Trasposizioni inedite e sviluppi tridimensionali, un lavoro interpretativo del designer che si è basato sugli aspetti da un lato scultorei e dall’altro pittorici e bidimensionali dei marmi della
facciata del Palazzo dei Dogi, si svilupperanno in uno spazio di 250 mq, progettato dallo studio di architettura Visto, articolato in quattro ambienti dedicati all’hotellerie (contract): reception, lounge, camere e SPA.
Forme sapientemente modellate dall’abilità di alcune aziende del Consorzio Marmisti Chiampo (Athena, Decormarmi, Industrie Marmi e Graniti Ferrari, F.lli Adami, Italmarmi Group, La Perla, Lithos Design, Marmi e Graniti Farinon, Marmi Serafini, Pibamarmi, Sicc, Vicentina Marmi e con la partecipazione di: Grassi 1180, Marmi Faedo, Solubema, Nardi Orazio, Travertino Sant’Andrea) che esprimono le enormi, e spesso sconosciute, potenzialità del design litico e il grado di sofisticata tecnologia raggiunta dalle imprese. Il progetto, inoltre, prevede partnership di assoluto rilievo dai fornitori di materie prime ai produttori di tecnologie applicate oltre a riconosciute aziende nel campo degli arredi e complementi d’arredo.

“I Marmi del Doge” è una mostra-evento che accoglie il meglio del panorama del mercato del design litico, uno stimolo creativo e un momento di confronto professionale per gestori
d’hotel, consulenti e progettisti, imprenditori, professionisti e addetti ai lavori ma anche un importante appuntamento culturale per chi vuole approfondire affascinanti lati sconosciuti di
una delle pietre miliari del patrimonio storico-culturale italiano.
Il percorso e il fil rouge della mostra sarà testimoniato da un catalogo comprendente i saggi di ricerca di autorevoli studiosi nel campo storico, scultoreo-architettonico e dei materiali lapidei
antichi, i progetti e le immagini delle realizzazioni lapidee.

 

“Interpretando le suggestioni dei marmi di Palazzo Ducale, e lavorando con marmi di pregio, Galiotto – e i marmisti della Valle del Chiampo – hanno realizzato oggetti e ambienti d’uso contemporaneo, di altissima qualità artistica (ma insieme aperti alla
funzionalità e alla riproducibilità) orientati all’ospitalità e all’accoglienza. Se nel profondo questi oggetti e questi ambienti portano sottinteso il ricordo del Palazzo Ducale, la loro “destinazione” reca il sigillo del ruolo storico – e tuttora attuale – di Venezia quale città dell’accoglienza, porta tra l’Oriente e l’Occidente, luogo di incontro e di dialogo tra persone, popoli, culture, religioni”. (Massimo Cacciari, Sindaco di Venezia per I Marmi del Doge)

 

Credits
Cura e design: Raffaello Galiotto

 

Aziende coinvolte nella realizzazione
Athena
Decormarmi
Industrie Marmi e Graniti Ferrari
F.lli Adami
Italmarmi Group
La Perla
Lithos Design
Marmi e Graniti Farinon
Marmi Serafini
Pibamarmi
Sicc
Vicentina Marmi

 

Con la partecipazione di
Grassi 1180
Marmi Faedo
Solubema
Nardi Orazio
Travertino Sant’Andrea

 

Progetto di allestimento
VISTO architectural workshop visieri_steccanella_tonin

 

Coordinamento generale
Consorzio Marmisti Chiampo

 

 

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico